fbpx


(ANSA) – MILANO, 01 FEB – Fnm ha firmato un protocollo
d’intesa con Enel Green Power per studiare e individuare la
migliore modalità di fornitura di idrogeno verde per la mobilità
ferroviaria in Lombardia, nell’ambito del progetto “H2IseO”.
   
L’accordo, sottoscritto dal presidente di Fnm Andrea Gibelli
e dal ceo di Enel Green Power Salvatore Bernabei, prevede la
nascita di un gruppo di lavoro congiunto che avrà il compito di
identificare e proporre le soluzioni più adatte. Il progetto
H2IseO, promosso da Fnm in collaborazione con Trenord,
consentirà di far nascere in Lombardia, in particolare nel
Sebino e in Valcamonica, la prima “Hydrogen Valley” italiana.
   
Tra i punti principali del progetto ci sono: l’acquisto di nuovi
treni alimentati a idrogeno, che serviranno dal 2023 la linea
non elettrificata – gestita da FerrovieNord (società al 100% di
Fnm) – Brescia-Iseo-Edolo, in sostituzione degli attuali a
motore diesel; la realizzazione di impianti per la produzione di
idrogeno alimentati da energia rinnovabile, destinato
inizialmente ai nuovi convogli.
   
Una delle caratteristiche più significative delle linee guida
del nostro nuovo piano strategico è la “mobilità a zero impatto
ambientale”, spiega Andrea Gibelli, presidente di Fnm. Il
progetto per la creazione della “prima Hydrogen Valley italiana
– aggiunge – va esattamente in questa direzione”.
   
Grazie a questo protocollo di intesa l’impegno del gruppo
Enel nel promuovere lo sviluppo dell’idrogeno verde si “sviluppa
per la prima volta nel settore del trasporto ferroviario non
elettrificato”, evidenzia Salvatore Bernabei, ceo di Enel Green
Power. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


%d bloggers like this: