fbpx


Sullo sfondo della recente dipartita del generale Soleimani, a partire da oggi, Lunedì 13 gennaio 2020, fino al 15 gennaio, Washington ospiterà una delegazione di Pechino guidata dal vicepremier Liu He. Molti si domandano se questo accordo rappresenti la volta buona per avviare una pace commerciale. Ciò attenuerebbe l’ormai lunga disputa tariffaria che vede da tempo le due superpotenze economiche in contrasto tra di loro.

Al via alla fase uno

In questi giorni, i rappresentanti delle due parti stanno lavorando alla “fase uno”, ossia alla stesura e alla sottoscrizione di un pre-accordo. Questo  coinvolgerà i servizi finanziari, l’espansione del commercio, il mercato dei prodotti alimentari e agricoli e la difesa della proprietà intellettuale.

Donald Trump, aveva già dichiarato che in seguito alla sottoscrizione dell’accordo si sarebbe recato in Cina per dare avvio al confronto sulla fase successiva.

Timori e dubbi

Molti economisti sono dell’idea che l’accordo definitivo potrebbe richiedere tempi più dilatati poiché vi sono alcuni ostacoli e temi piuttosto delicati da trattare. Ad esempio come quello sulla proprietà intellettuale assai caro anche ai Democratici americani. Va ricordato, inoltre, che negli ultimi mesi la Cina ha spinto affinché gli aumenti delle tariffe statunitensi venissero arrestati una volta giunti a conclusione del primo accordo. Ma la risposta del governo Trump ha rimarcato l’importanza di mantenere attivi alcuni dazi al fine da garantire rapporti equilibrati con Pechino.

Dove porta la fase uno?

L’attesa di leggere le 86 pagine della prima intesa sui dazi diventa orami crescente. I mercati registrano con soddisfazione la decisione delle due superpotenze di inaugurare un forum permanente di confronto sull’economia sulla scorta del modello già adottato dal governo Obama. Nel frattempo, si prevede unprimo taglio del 50% delle tariffe di importazione da Pechino e l’impegno della capitale cinese ad acquistare merci Usa per un valore di 200 miliardi di dollari.



Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: