fbpx


Le assicurazioni auto acquistate online garantiscono interessanti margini di risparmio, ma occorre guardarsi dal rischio di subire truffe. Alcune polizze sottoscritte dai consumatori si sono rivelate del tutto false. A tutela degli interessi dei potenziali contraenti interviene l’Ivass, l’Istituto per la vigilanza delle assicurazioni, che in veste di autorità indipendente sorveglia il mercato assicurativo.

I siti pericolosi

Nello specifico, i controlli effettuati dall’Ivass hanno scovato la presenza di ben 12 portali ormai avvezzi alla vendita di polizze false. Due le agenzie assicurative capofila: www.assicuralatemporanea.com e www.assicurazioniabaco.it. La prima attira i consumatori con la garanzia di uno sconto pari al 20% sul premio relativo al furto e incendio. La seconda fonda la propria affidabilità sul riconoscimento ottenuto dall’Ivass che prontamente ha dichiarato di non aver mai garantito la legalità del sito. Seguono a ruota altri siti internet falsi quali: www.polizzadiretta.eu, www.facileassicura.com, www.misterpolizza.com. A questi si aggiungono siti altrettanto ingannevoli che propongono la stipula di polizze temporanee che partono da un minimo di 5 giorni.

Come difendersi

Al consumatore che si addentra nella foresta delle polizze online, l’Ivass raccomanda prudenza per le offerte che giungono tramite internet o whatsApp. Dai controlli è emerso che le polizze temporanee presentano più insidie per cui al consumatore conviene consultare il portale dell’Ivass. Qui è possibile scorrere l’elenco delle agenzie italiane ed estere provviste di autorizzazione alla vendita di prodotti assicurativi. Si deve inoltre evitare di corrispondere il premio assicurativo tramite carte di credito prepagate o ricaricabili. Il pagamento deve essere destinato a persone o società che sono presenti negli elenchi per le rc auto. L’agenzia che propone prodotti assicurativi è tenuta ad indicare nuemro e data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi. Prima di sottoscrivere la polizza, al contraente è comunque data l’opportunità di sciogliere qualunque dubbio contattando il numero verde 800-486661 messo a disposizione dall’Ivass.

Approfondimento

In Italia sempre più poveri



Source link

REGISTRATI ORA
TRANSLATE

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: