fbpx


(ANSA) – ROMA, 15 FEB – Twitter non riesce solo a influenzare
il dibattito politico o fare concorrenza ai media ma, attraverso
l’analisi dei messaggi dei suoi utenti, può rappresentare anche
uno strumento complementare per misure le aspettative di
inflazione. In un paper realizzato dagli analisti della Banca
d’Italia Cristina Angelico, Juri Marcucci, Marcello Miccoli e
Filippo Quarta (ma le loro opinioni non riflettono
necessariamente quelle dell’istituto centrale), utilizzando i
più recenti algoritmi specifici per il trattamento di grossi
volumi di dati (Big Data Analytics), si mostra che gli
indicatori basati su Twitter hanno una correlazione
significativa con le altre misure di aspettative di inflazione
esistenti.
   
Inoltre, tali indicatori hanno un potere predittivo delle
aspettative di inflazione basate sulle indagini mensili
superiore a quello delle altre fonti informative disponibili;
essi rappresentano quindi una misura complementare disponibile
in tempo reale. Lo studio passa così in rassegna gli indicatori
giornalieri delle aspettative di inflazione da parte dei
consumatori, costruiti con tecniche di machine learning e di
analisi testuale sulla base dei messaggi del social network
Twitter. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


%d bloggers like this: