fbpx



la giornata dei mercati

La scommessa sulla ripresa economica ha dato la spinta ai listini globali. L’Europa frena ma resta sui massimi da un anno e spera nei vaccini. Bitcoin si avvicina a massimo storico a 50mila dollari

di Chiara Di Cristofaro ed Enrico Miele

Moody’s: con Draghi al governo migliorano prospettive dell’Italia

La scommessa sulla ripresa economica ha dato la spinta ai listini globali. L’Europa frena ma resta sui massimi da un anno e spera nei vaccini. Bitcoin si avvicina a massimo storico a 50mila dollari

2′ di lettura

Seduta positiva ma con il freno a mano tirato per i principali listini europei, stretti tra le speranze di ripresa legate ai vaccini e le misure restrittive varate dai molti Paesi per tenere sotto controllo i contagi da Covid. Stabili le quotazioni del petrolio, sopra 60 dollari ai massimi da oltre un anno, sostenuto oltre che dalle speranze di una ripresa della domanda globale, dal freddo polare di queste ore negli Usa che potrebbe rallentare l’attività degli impianti di produzione (soprattutto in Texas).

Petroliferi e minerari ancora sotto i riflettori

Il greggio che si mantiene sui massimi da un anno favorisce gli acquisti sui titoli petroliferi e sui minerari in tutta Europa. Londra è spinta al rialzo da Anglo American, Rio Tinto e i produttori Bp e Royal Dutch Shell. Sul FTSE MIBin testa ancora i petroliferi con Saipem e Tenaris. In fondo deboli le banche con Bper e Banco Bpm.

Loading…

Tokyo sui massimi da 30 anni

Questo mentre a Hong Kong, l’indice Hang Seng è salito dell’1,4%, al top da 32 mesi, mentre continua a salire, oltre la soglia di 30mila punti, la Borsa di Tokyo. Il nuovo netto rialzo e’ legato all’inizio delle vaccinazioni contro il Covid-19 che hanno rafforzato il morale degli investitori, rappresentando una lenta normalizzazione dell’economia. L’indice di punta Nikkei, che gia’ ieri e’ tornato sopra i 30.000 punti per la prima volta in più di trent’anni, e’ salito ancora, dell’1,28%, a 30.467,75 punti. L’indice piu’ ampio Topix e’ salito dello 0,57% a 1.965,08 punti. “Le azioni giapponesi dovrebbero continuare a salire se verranno rilasciate ulteriori informazioni” dal governo sulla campagna di vaccinazione, ha detto in una nota Rikiya Takebe di Okasan Online Securities.Il ministro giapponese responsabile della supervisione della distribuzione dei vaccini parlera’ in una conferenza stampa a Tokyonel giorno in cui circa 10.000-20.000 operatori sanitari inizieranno a ricevere il vaccino contro il coronavirus prodotto da Pfizer/BioNTech.

Spread poco mosso in area 90 punti

In Italia si monitora lo spread, che si conferma poco al di sopra dei 90 punti base, in attesa del voto di fiducia in parlamento del governo Draghi.

Gli appuntamenti di martedì 16 febbraio

Sul fronte macro, invece, è attesa la bilancia commerciale dell’Italia, dall’indice Zew tedesco, Pil e occupazione nell’Eurozona. Dagli Stati Uniti arriva infine l’indice Empire Manufacturing.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: