fbpx


la giornata dei mercati

Tiene banco la crisi di Governo italiana, che per ora ha però pesato poco su Borsa e BTp. Stellantis debutta a Wall Street. Attesa per il discorso di Janet Yellen

di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

default onloading pic
Reuters

Tiene banco la crisi di Governo italiana, che per ora ha però pesato poco su Borsa e BTp. Stellantis debutta a Wall Street. Attesa per il discorso di Janet Yellen

3′ di lettura

Le Borse europee aprono la giornata in territorio moderatamente positivo, in scia ai guadagni dell’Asia e sul cauto ottimismo degli investitori sulla ripresa economica dopo la pandemia. A tenere banco è la politica: in Italia il presidente del Consiglio Giuseppe Conte riferirà in Senato e cercherà di ottenere la fiducia, dopo averla avuta alla Camera mentre negli Stati Uniti mercoledì 20 gennaio il presidente eletto Joe Biden giurerà e inizierà ufficialmente il suo mandato (alta l’attenzione sul fronte della sicurezza dopo le violenze di Capitol Hill).

Occhi puntati su Janet Yellen e sul sostegno al piano di stimoli

Sul fronte valutario, il dollaro è debole, mentre gli investitori attendono i commenti di Janet Yellen, scelta da Joe Biden come prossimo segretario al Tesoro (è attesa in Senato, che dovrà confermare la sua nomina). Yellen, secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo, dovrebbe delineare una futura azione di governo estremamente espansiva, necessaria per fronteggiare le emergenze sanitaria ed economica ed evitare una spirale recessiva costosissima. Yellen dovrebbe sostenere che, pur senza sottovalutare il peso del debito, “ora, con i tassi di interesse su minimi storici, la cosa migliore da fare è agire in grande”. Yellen dovrebbe quindi argomentare a favore del pacchetto di stimolo proposto da Biden la scorsa settimana. È probabile che la commissione dia parere favorevole alla nomina di Yellen con una maggioranza che dovrebbe avere anche diversi voti repubblicani.

Loading…

Andamento dello spread Btp / Bund

Loading…

Spread sotto controllo in attesa del voto al Senato

Lieve rialzo per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato, dopo il voto alla Camera italiana, con gli occhi puntati sul voto di fiducia al Governo atteso in serata al Senato nel tentativo di sciogliere la crisi politica. Il differenziale di rendimento tra i BTp e il pari scadenza tedesco è in area 114 punti base, in aumento dai 111 punti base dell’ultimo riferimento di ieri. In calo il rendimento del BTp decennale .Lo spread è salito da quando Matteo Renzi ha tolto il sostegno al Governo di Italia Viva, ma non certo in maniera drammatica, grazie al forte sostegno della Banca centrale europea, ma anche al fatto che gli osservatori non credono che si vada a elezioni anticipate. Da considerare anche che negli ultimi giorni ci sono state un po’ di pressioni al rialzo anche sui rendimenti del Bund, cosa che ha avuto un effetto positivo sullo spread con i BTp.

Scatto di Stellantis, che debutta anche a Wall Street

A Piazza Affari scatta ancora Stellantis, il gruppo automobilistico nato dal matrimonio tra Fiat-Chrysler e Peugeot. Lunedì 18 gennaio, nel primo giorno di quotazione, il titolo è volato del 7,5%, chiudendo a 13,52 euro per azione. Stellantis debutta anche a Wall Street, chiusa nella seduta di lunedì 18 per la festività del Martin Luther King’s day. Le banche sono in generale positive, pur senza grandi guadagni, con Unicredit, Banco Bpm e Intesa Sanpaolo che salgono di circa mezzo punto percentuale, in attesa che si dipani la matassa sulla crisi politica e siano risolti alcuni dossier aperti a livello societario. In coda al Ftse Mib finiscono Ferrari, Buzzi e Interpump.

Tokyo, il Nikkei rimbalza dopo prese beneficio e chiude a +1,39%

Rimbalzo della Borsa di Tokyo dopo due sessioni dominate dalle prese di profitto.In Giappone, gli investitori restano attenti, dicono gli analisti, all’evoluzione della pandemia e alle novità sul fronte del vaccino Covid-19 con Taro Kono, uno dei ministri più in vista del governo giapponese, che è stato incaricato di coordinare la campagna di vaccinazione, che, tuttavia, non dovrebbe iniziare prima della fine di febbraio. L’indice Nikkei dei titoli guida è salito dell’1,39% a 28.633,46 punti e il più ampio indice Topix ha guadagnato lo 0,56% a 1.855,84 punti.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: