fbpx


Dopo il Capodanno cinese, il coronavirus, riaprono i mercati finanziari in Cina. Il lungo stop è stato dovuto da questi due fattori. Ora l’attesa è di vedere all’apertura cosa succederà. Gli occhi sono focalizzati sui listini del Dragone dopo l’epidemia coronavirus che potrebbe avere effetti sugli scambi dei titoli.

Cina, cosa successe in passato

Se guardiamo al passato, la Cina ebbe un calo del 6% quando avvenne la guerra commerciale in Usa. Ma oggi che il problema è in casa propria cosa succederà? Gli analisti non riposano tranquilli. Hanno paura che le quotazioni possano scendere al di sotto del 10%. Il regolamento della Borsa cinese prevede che nel caso si superi in negativo questa percentuale c’è l’interruzione delle quotazioni.

Tremano tutti i mercati

E’ da tenere presente che gli effetti si avranno senza distinzione e distanza. Pensare al peggio in questo primo lunedì di febbraio fa accapponare la pelle. La settimana scorsa a chiusura dei mercati in tutto il mondo le cose non sono andate bene e i mercati cinesi erano chiusi. Oggi se le cose non dovessero incanalarsi sul percorso giusto in Cina, chissà cosa ci dobbiamo aspettare.

La banca centrale ci mette i soldi

La Banca centrale cinese in vista della riapertura immetterà valuta nell’economia locale. Appena i mercati saranno aperti con una operazione contro termine 1,2 trilioni di yuan saranno elargiti. Tanti soldi per mantenere mantenere una liquidità ragionevole e abbondante del sistema bancario e un funzionamento stabile del mercato valutario. Ad oggi liquidità complessiva del sistema è di 900 miliardi di yuan in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Lo scambio yuan – dollaro

Anche la valuta ha i suoi effetti. La settimana scorsa si parlava di quota 7 sul dollaro e i mercati non ci davano tanto peso perché c’era in corso la questione dell’addio del Regno Unito all’Europa. Oggi cosa succederà con un imminente quadro così burrascoso?

Una settimana decisiva sui mercati

Non solo la riapertura dei mercati in Cina contraddistinguerà questa settimana. Saranno resi noti anche i dati sulla bilancia commerciale cinese e tedesca, le cifre sulla produzione industriale in Germania. Inoltre in Eurozona il pmi manifatturiero, il pmi cinese e gli ordini all’industria dell’ultimo mese dell’anno tedesco.



Source link

REGISTRATI ORA
TRANSLATE

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: