fbpx


Il nostro Bel Paese è da sempre una meta prediletta per turisti che provengono da ogni parte del mondo. Le bellezze artistiche e naturalistiche dell’Italia sono innumerevoli ed il settore del turismo è in costante crescita e specializzazione. Lo scorso 2019 è stato proclamato l’anno del turismo lento, una nuova forma di turismo che sta raccogliendo enormi consensi tra i consumatori. Di cosa si tratta? Come potrebbe diventare un nuovo business su cui puntare?

Cosa significa viaggiare slow?

Il turismo lento vuol dire viaggiare slow. Viaggiare slow significa staccare dai ritmi frenetici che la quotidianità ci impone e godere dei paesaggi e della natura. Si tratta di un vero e proprio ritorno alla vita naturale e ai ritmi biologici per i quali il nostro organismo è programmato. Il punto di forza di questo tipo di turismo riguarda l’autenticità delle esperienze per ogni turista.  Inoltre sono  ideati percorsi tra parchi, zone verdi, natura incontaminata. Tutto questo ha un forte impatto sugli esploratori delle meraviglie della natura che viaggiano per rigenerare il corpo e la mente. Infatti, un altro aspetto fondamentale in questo tipo di turismo riguarda la partecipazione ad attività naturalistiche: passeggiate a cavallo, cammini e pagaiate in canoa saranno esperienze uniche da provare.

Le grandi opportunità per creare un nuovo business del turismo lento

Dal momento che la nostra bella Italia ci regala posti di grande splendore, pensare nuovi percorsi e pacchetti per i turisti slow può essere un’ottima soluzione per creare un nuovo business. Non bisogna dimenticare che l’incremento di questo di tipo di attività è stato anche suffragato dal Ministero dei beni culturali che ha inaugurato l’anno del turismo lento nel 2019. Una forma di business emergente e ancora da incrementare con nuove formule e soluzioni. Questo tipo di turismo offre la possibilità di valorizzare zone d’Italia ancora inesplorate e poco conosciute e regalare esperienze di viaggio innovative e creative. Dimenticate la solita sdraio sulla battigia, il turismo lento gode del vantaggio della destagionalizzazione. I percorsi potranno essere studiati per tutti i climi e le temperature e questo permetterebbe un afflusso costante di gente che non si concentra solo in particolari periodi dell’anno.



Source link

REGISTRATI ORA
TRANSLATE

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: