fbpx


Dal forno alla padella e passando per il barbecue a gas e per quello a brace. Su come cucinare gli spiedini di carne e di pesce, infatti, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Ma nello stesso tempo, con opportuni accorgimenti, si può ottenere una cottura uniforme massimizzando il gusto. Per esempio, gli spiedini di sola carne hanno un gusto che è decisamente diverso rispetto da quelli in cui ai pezzi di carne si alternano le verdure miste. Dalle fettine di cipolla ai pomodorini, passando per le zucchine e per i peperoni.

Come cucinare gli spiedini di carne e di pesce in padella

Per la cottura in padella, questa deve essere sufficientemente ampia da poter adagiare tutti gli spiedini. In modo tale che essi siano comodamente distesi. E ciò vale pure quando, al posto dei tocchetti di carne, abbiamo quelli di pesce.

Gli spiedini in padella, con poco olio, vanno rosolati e sfumati con il vino bianco. E poi messi in cottura per una decina di minuti. Con la padella chiusa dal coperchio. Vanno, poi, girati  a metà cottura sempre e comunque a fiamma moderata.

Perché e quando è importante marinare gli spiedini prima della cottura

Per gli altri tipi di cottura degli spiedini, ovvero forno, barbecue, ma anche piastra e griglia, la scelta migliore, e preliminare, è quella della marinatura. In tal modo gli spiedini non solo saranno più saporiti, ma a cottura ultimata risulteranno pure più morbidi.

Per esempio, la carne degli spiedini si può marinare con olio rigorosamente extravergine di oliva, con il vino bianco e con aromi. Oltre che con aggiunta di una foglia di alloro, di un pò di prezzemolo tritato e di un rametto di rosmarino.

Per chi sceglie il forno la temperatura ottimale di cottura è a 180 gradi centigradi per circa trenta minuti. Mentre alla brace gli spiedini vanno adagiati sulla griglia solo quando questa è rovente. Occorre, inoltre, girarli spesso in fase di cottura spennellandoli con l’intingolo che è stato preparato per la marinatura.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: