fbpx


(Teleborsa) – Sulla scia di Ryanair e Wizz Air, easyJet ha sospeso il diritto di voto degli azionisti non comunitari europei, dopo che lo scorso 31 dicembre è terminato il periodo di transizione per la Brexit.

Secondo le norme UE, la compagine azionaria delle compagnie aeree europee deve essere a maggioranza europea per consentire al vettore di continuare a collegare due destinazioni in Europa. Gli azionisti extra-Ue di easyJet detengono il 52,65% del capitale, che dovrà scendere al 49,5% attraverso il congelamento dei diritti di voto degli investitori con quote superiori al 3%.

Proprio in vista di Brexit, easyJet aveva provveduto a creare una divisione in Austria per potersi garantire i diritti di sorvolo in Europa.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: