fbpx


(Teleborsa) – “Mario Draghi salvò l’euro, ma riuscirà a salvare l’Italia dalla confusione politica?”: la stampa internazionale, Wall Street Journal in testa, si interroga sull'”irruzione” – per certi versi a sorpresa – dell’ex Presidente BCE Mario Draghi sulla scena politica italiana, chiamato a riuscire proprio dove la politica ha fallito. “Se emergerà una coalizione, fra i sui compiti più urgenti” ci sarà quello di formulare una strategia per la ripresa economica dopo la pandemia. Sul proprio sito il quotidiano definisce Draghi “una delle figure pubbliche più rispettate d’Europa”. E ancora: “Fino a martedì l’idea che Draghi potesse sostituire Giuseppe Conte era come un sogno impossibile per molti italiani frustrati da una coalizione di governo che sembrava paralizzata”. Super Mario, il banchiere che ha salvato l’euro, pronto a soccorrere l’Italia“. Titola il Times di Londra.

Nell’analisi del corrispondente Tom Kington si legge: “A lui sarà affidato il compito di guidare l’Italia fuori dalla sua peggiore recessione economica dalla Seconda guerra mondiale”. E ancora: “Ora deve ottenere il sostegno della miriade di partiti politici italiani”, sottolinea il giornalista, affermando che Conte “si è dimostrato un abile operatore ma alla fine non è riuscito a sopravvivere alle eterne macchinazioni politiche di Roma”.

Draghi conquista anche le prime pagine dei giornali spagnoli. “Il Presidente Sergio Mattarella convoca Mario Draghi per affidargli un governo di emergenza in Italia”, scrive El Mundo, dopo che “i negoziati tra i partiti della coalizione di governo per trovare una soluzione alla crisi politica sono falliti”. Mentre El Pais, osserva che “il leader di Italia Viva ha attivato il trituratore e non ha lasciato scappatoie a un accordo”.

Anche la stampa italiana dà il benvenuto all’ex numero uno BCE. Il Corriere della Sera, nell’ editoriale a firma di Massimo Franco, sottolinea come “la candidatura” dell’ex governatore della Banca centrale europea “come risposta al fallimento della coalizione tra M5s, Pd e IV a una deriva elettorale ad alto rischio è l’antidoto più potente che il capo della Stato, Sergio Mattarella, potesse scegliere”.

La Repubblica titola “L’ora di Draghi” in prima pagina e il direttore Maurizio Molinari nel suo editoriale definisce l’economista “il Premier europeo di cui l’Italia ha bisogno per risollevarci”.

Molto caloroso il benvenuto dell’ex commissario europeo agli Affari economici, il francese Pierre Moscovici.Mario Draghi è una delle persone più straordinarie che abbia mai incontrato. Così come era l’uomo giusto per l’Euro nel 2012, può essere l’uomo giusto per l’Italia nel 2021, se ottiene l’unità di cui ha bisogno. Buona fortuna Mario!”, scrive in un tweet.

“Sta al Governo italiano e alle istituzioni democratiche decidere” il futuro dell’Italia, dice la Vicepresidente della Commissione Ue Margaritis Schinas “ma non è una grande sorpresa se dico che Mario Draghi è rispettato e ammirato in questa città e oltre”,

Un Governo Draghi, con un “chiaro” mandato e un’“ampia” maggioranza, verrebbe visto dagli investitori e dai partner europei “come l’opzione piu’ credibile per affrontare le sfide politiche dell’Italia, come le riforme strutturali e il miglior utilizzo delle risorse del Recovery plan”, scrive Ubs nel report odierno sulla situazione politica italiana. “Se Draghi trova il supporto necessario per guidare il governo – sottolineano – è probabile che lo spread continui a stringersi sotto i 100 punti. Se, invece, non trovasse sostegno sufficiente, aumentando la probabilità di elezioni anticipate, lo spread potrebbe tornare a salire in area 150-200 punti”.

“Il fallimento del tentativo di mediazione del Presidente della camera Fico nel dar vita ad un nuovo governo politico ha prodotto il risultato più gradito per chi investe nelle attività finanziarie del nostro Paese”. Lo ha dichiarato Fabio Castaldi, Investment manager di Pictet Asset Management, commentando l’attuale situazione politica italiana e sottolineando l’importanza di avere “un governo istituzionale guidato da una personalità con una reputazione internazionale di primissimo livello, politicamente super partes per fronteggiare le sfide della crisi economico/sanitaria e per ottimizzare l’utilizzo dalle risorse del Next Gen EU nell’avviare il processo di ricostruzione/modernizzazione del Paese”.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: