fbpx


Un utente perde 450.000$ in Bitcoin a causa di un attacco SIM Swap: fa causa a T-Mobile

L’operatore telefonico T-Mobile è finito sotto accusa per la sua presunta negligenza e incapacità di proteggere le informazioni dei clienti: questo avrebbe indirettamente permesso un “SIM swap attack” che ha portato al furto di 15 (BTC), oltre 450.000$.

Un attacco SIM swap, definito anche truffa “port-out”, è una tattica divenuta molto diffusa negli ultimi anni. Tale attacco comporta il furto del numero di telefono cellulare di una vittima, che può poi essere utilizzato per dirottare gli account finanziari e social dell’utente intercettando i messaggi automatici utilizzati per l’autenticazione a due fattori.

La denuncia depositata l’8 febbraio nel Distretto meridionale di New York dal querelante Calvin Cheng, ovvero la vittima che sostiene di aver perso 450.000 dollari in Bitcoin a seguito di un tale attacco, spiega esattamente perché le aziende di telecomunicazioni svolgono un ruolo così importante in questo particolare tipo di frode:

Leggi il testo completo su Cointelegraph

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA