fbpx


RISIKO NEL BIG PHARMA

Il gruppo che produce Moment e Tachipirina investe sul farmaco per i trattamenti del sistema nervoso centrale: 610 milioni subito e 350 ad obiettivi di fatturato. Diventerà licenziataria esclusiva nella Ue del cenomabato, che riduce le frequenze delle crisi epilettiche

di Carlo Marroni

default onloading pic

Il gruppo che produce Moment e Tachipirina investe sul farmaco per i trattamenti del sistema nervoso centrale: 610 milioni subito e 350 ad obiettivi di fatturato. Diventerà licenziataria esclusiva nella Ue del cenomabato, che riduce le frequenze delle crisi epilettiche

2′ di lettura

Angelini Pharma – azienda farmaceutica internazionale di proprietà di Angelini Holding – acquisisce Arvelle Therapeutics, società biofarmaceutica con sede in Svizzera focalizzata sullo sviluppo dei trattamenti per i disturbi del sistema nervoso centrale (SNC) e per la salute mentale. Valore dell’acquisizione è di poco meno di un miliardo di dollari, esattamente 960 milioni di dollari: subito dopo l’approvazione regolatoria verranno versati 610 milioni e successivamente – e al raggiungimento di specifici obiettivi di fatturato – verranno pagati altri 350 milioni di dollari. In seguito all’acquisizione Angelini Pharma – nota al grande pubblico anche i medicinali come Moment, Tachipirina e Tantum, e l’ormai onnipresente disinfettante Amuchina – diventerà la licenziataria esclusiva della commercializzazione di cenobamato nell’Unione Europea e in altri Paesi dello Spazio Economico Europeo (Svizzera e Regno Unito). Entro il 2022 saranno aperte affiliate dirette di Angelini Pharma in Francia, Regno Unito, Paesi nordici e Svizzera.

L’acquisizione da investitori finanziari e da gruppo coreano

L’acquisizione è stata effettuata presso azionisti della Arvelle, in larga parte investitori finanziari e fondi, e per il 12% di SK Biopharmaceuticals – azienda farmaceutica globale quotata nella Borsa coreana – che riceverà tutti i pagamenti ereditati dall’accordo di licenza stipulato tra Arvelle Therapeutics e SK Biopharmaceuticals nel febbraio 2019. Inoltre, Angelini Pharma si assumerà l’onere delle quote di compartecipazione alle entrate dovute ad alcuni azionisti di Arvelle. Angelini prevede di lanciare cenobamato dopo aver ricevuto l’approvazione dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA, European Medicines Agency), prevista per il 2021. “Dalla fondazione dell’azienda, nel 2019, il team di Arvelle si è impegnato al massimo al fine di rendere disponibile cenobamato alle persone affette da epilessia in Europa, creando al tempo stesso un valore significativo per i suoi azionisti” informa una nota. Cenobamato è stato definito Promising Innovative Medicine (“medicinale promettente e innovativo”) dall’MHRA del Regno Unito per il trattamento delle convulsioni a esordio focale resistenti ai farmaci nell’adulto.

Loading…

«Il più importante investimento nella storia del gruppo»

«È l’investimento più significativo nella storia del nostro Gruppo – hanno commentato Thea Paola Angelini e Sergio Marullo di Condojanni, rispettivamente vicepresidente esecutivo e amministratore delegato di Angelini Holding – ed è la conferma del nostro impegno come azionisti nei confronti del business farmaceutico, che rimane il più grande del nostro Gruppo. Questa acquisizione rappresenta una svolta importante nel nostro percorso di crescita, poiché ci proietta definitivamente verso una dimensione multinazionale, a cui per altro guardano tutte le società del Gruppo Angelini. Siamo orgogliosi di aver conquistato, per la seconda volta in un anno un asset ambito e significativo, che ci rafforza e ci posiziona tra i più importanti protagonisti del mercato».

Presto aperture di affiliate in Francia, Uk, Paesi nordici e Svizzera

«In Angelini Pharma siamo entusiasti di questo promettente accordo, nonché dell’impegno e del lavoro che i nostri colleghi di Arvelle hanno investito nella loro azienda nel corso degli ultimi anni. Condividiamo la stessa cultura incentrata sul paziente e la stessa ambizione a essere agili», ha affermato Pierluigi Antonelli, Ceo di Angelini Pharma. «Questo accordo ci spingerà a diventare uno dei principali attori a livello europeo: saremo infatti in grado di soddisfare le esigenze dei pazienti con diversi disturbi del sistema nervoso centrale (SNC), grazie a un portfolio innovativo, a eccellenti capacità mediche e a un’ampia presenza commerciale, e all’apertura di affiliate dirette in Francia, Regno Unito, Paesi nordici e Svizzera entro il 2022».



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: