fbpx


La pasta fillo è un tipo di pasta inventato in Turchia e molto leggera. Viene utilizzata principalmente per i dolci greci e turchi ma il suo uso nel salato è ugualmente diffuso.

ProiezionidiBorsa TV

I fagottini fritti per un secondo rapido e particolare sono un modo diverso di friggere le verdure. Si possono preparare con largo anticipo e possono essere congelati per un uso successivo, l’importante è conservarli bene in freezer, senza che si brucino per il freddo.

Se non vogliamo friggerli, possiamo cucinarli al forno, il loro gusto rimarrà invariato.

Smartwatch

Ingredienti

a) 200 gr di pasta fillo;

b) 200 gr di peperoni colorati (gialli, verdi e rossi);

c) 200 gr di melanzane tonde;

d) 50 gr di pecorino fresco;

e) 50 gr di scamorza;

f) 50 gr di provolone;

g) 1 uovo;

h) olio extravergine d’oliva;

i) sale.

I fagottini fritti per un secondo rapido e particolare

Per prima cosa, prepariamo i formaggi. Togliamo via le croste dal pecorino, la scamorza e il provolone e tagliamo tutti i formaggi a tocchetti molto molto piccoli. Puliamo i peperoni togliendo la loro calotta, i filarini interni e i semi, tagliamoli a cubetti e mettiamoli da parte.

Puliamo anche le melanzane togliendo la parte superiore e tagliandole a tocchetti molto piccoli.

Prepariamo il ripieno dei nostri fagottini. Prendiamo una padella e mettiamoci mezzo cucchiaio d’olio, quindi versiamoci dentro le verdure e facciamole saltare per circa cinque minuti. Trascorso questo tempo, aggiungiamo i tocchetti di formaggio e facciamo saltare il tutto, per permettere ai formaggi di sciogliersi un pochino. Ritagliamo la pasta fillo e ricaviamone 4 rettangoli. Mettiamo un po’ di ripieno su ogni sfoglia e ripieghiamola su se stessa, chiudendo su due lati e lasciandone aperto un terzo.

Sbattiamo l’uovo e spennelliamolo sui fagottini lungo le loro piegature. Prepariamo una pentola con dell’altro olio d’oliva e portiamolo al punto adatto per friggere. Tuffiamo i fagottini nell’olio e cuociamoli finché non diventano dorati da entrambi i lati.

Scoliamoli dall’olio, mettiamoli su un pezzo di carta assorbente e serviamoli ancora caldissimi.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: