fbpx


Il lavoratore autonomo e nel contempo consigliere comunale tira un sospiro di sollievo perché i gettoni di presenza non sono in contrasto con il Bonus Covid. Il Ministero del Lavoro ha chiarito ogni aspetto legislativo, sgomberando il campo dagli equivoci. Perciò, i consiglieri comunali non dovranno restituire indietro il Bonus Covid a differenza di parlamentari, consiglieri regionali, assessori, sindaci.

ProiezionidiBorsa TV

Vediamo la differenza

I consiglieri comunali percepiscono un gettone di presenza di modesta entità per la partecipazione a consigli e commissioni. Invece, parlamentari, consiglieri regionali, assessori, sindaci percepiscono indennità di carica di natura fissa e continuativa. A seguito di questa differenziazione, l’INPS ha dovuto bloccare la richiesta di restituzione dei Bonus ai consiglieri comunali. Logicamente tutti gli altri politici devono per forza restituire i bonus percepiti all’Istituto di Previdenza Sociale.

Un vespaio di polemiche

Il caso del Bonus Covid a partite IVA, lavoratori autonomi e professionisti e anche rappresentanti politici ha sollevato un’infinità di polemiche ad agosto. Infatti, oltre 2mila persone sono finite nell’occhio del ciclone per aver ottenuto l’aiuto di Stato.

Nel gran caos dei decreti è sfuggito questo particolare poi corretto in corso d’opera. Infatti, il Ministero del Lavoro a inizio dicembre ha dichiarato illegittimo corrispondere i Bonus a parlamentari, consiglieri regionali e altri soggetti con mandati elettorali e incarichi politici.

Il lavoro dell’INPS

L’Istituto di Previdenza, nell’incertezza interpretativa, aveva avviato il recupero delle somme dai consiglieri. Infatti, molti amministratori locali hanno ricevuto missive dagli uffici territoriali dell’INPS. Nella lettera si chiedeva la restituzione dei Bonus incassati nei mesi scorsi. Finalmente sul caso è stato fatto chiarezza una volta per tutte. Questa platea di amministratori pubblici, che beneficia unicamente di gettoni di presenza, non ha nessuna incompatibilità con gli aiuti di Stato.

Attenzione a questa condizione

Come abbiamo detto i gettoni di presenza non sono in contrasto con il Bonus Covid. Caso ben diverso se ai gettoni di presenza si accompagnano altri emolumenti connessi alla carica. In questo caso l’incompatibilità torna a configurarsi e di conseguenza il consigliere comunale ha il dovere di restituire i Bonus Covid percepiti.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: