fbpx


I mercati globali reagiscono a Brexit e dollaro debole

Mercoledì i principali indici globali proseguono il rally di fine anno mentre il mondo continua a fare progressi sul fronte del vaccino contro il COVID-19.

Martedì Moderna Inc (:NASDAQ:) ha annunciato un piano di vaccinazione per i suoi dipendenti e il cocktail di anticorpi contro il coronavirus prodotto da Regeneron Pharmaceuticals Inc (NASDAQ:NASDAQ:) ha mostrato risultati positivi nelle sperimentazioni di fase iniziale per il trattamento dei pazienti ricoverati.

I futures sull’indice sono in aumento dello 0,37% e quelli sull’S&P 500 segnano +0,43%; i futures sul WTI salgono dello 0,65% a 48,31 dollari, mentre i future sull’oro scendono di appena lo 0,03% a 1.882,40 dollari. Il rendimento dei Treasury decennali è in rialzo di 1,5 punti base allo 0,95% e il VIX è in calo dell’1,32% a 24,30.

Asia: l’indice giapponese è in calo dello 0,45%; il ribasso è dovuto alle prese di profitto dopo che martedì il listino ha toccato il massimo trentennale.

Alla chiusura di mercoledì, l’indice cinese ha registrato un incremento dell’1,05%, trainato dai guadagni nei titoli di consumo e di tutela dell’ambiente; Sinopharm Group (OTC:SHTDY) ha dichiarato che il suo vaccino anti-Covid, BBIBP-CorV, ha mostrato un’efficacia del 79,34%; oggi si attende il dato sull’indice PMI manifatturiero della Cina.

L’ di Hong Kong ha registrato un rally del 2,25%, trainato dai guadagni dei titoli tecnologici come Alibaba Group Holding (NYSE:BABA) e Tencent Holdings (OTC:TCEHY).

L’indice australiano S&P/ASX 200 ha chiuso in ribasso dello 0,27% dopo un rally di tre giorni. Al momento della pubblicazione, l’indice indiano Nifty 50 è in rialzo dello 0,14%.

L’indice sudcoreano è cresciuto dell’1,88%, chiudendo a un livello record dal 2009. A novembre la produzione industriale della Corea del Sud è cresciuta dello 0,5% su base annua e le vendite al dettaglio sono diminuite dell’1% su base mensile; oggi si attende la pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo.

Europa: al momento della pubblicazione, l’ è in rialzo dello 0,05% dopo che il vaccino anti-Covid di AstraZeneca plc (NASDAQ:AZN) ha ricevuto l’approvazione all’uso di emergenza nel Regno Unito; l’azionario europeo si muove intorno ai massimi da 10 mesi in scia all’accordo sulla Brexit.

Sempre al momento della pubblicazione, l’indice è quasi piatto; i titoli bancari sono in territorio positivo e le azioni di AstraZeneca nel Regno Unito hanno guadagnato l’1%; a dicembre, l’indice dei prezzi delle case a livello nazionale è cresciuto del 7,3% su base annuale e dello 0,8% su base mensile, battendo le stime di consenso su entrambi i fronti.

L’indice tedesco è in ribasso dello 0,02% e il francese è quasi invariato; all’ultimo controllo, l’indice spagnolo perde lo 0,10% dopo che l’indice dei prezzi al consumo in Spagna ha avuto un arretramento dello 0,5% su base annua.

Trading sul forex: i futures sull’indice del dollaro sono in ribasso dello 0,07% a 89,852; il dollaro si è indebolito dello 0,08% contro l’euro, dello 0,38% contro la sterlina, dello 0,26% contro lo yen giapponese e dello 0,05% contro lo yuan cinese.

Leggi l’articolo anche in Benzinga Italia





Source link

REGISTRATI ORA