fbpx


Mercato toro da 12 anni; Mania sulle SPAC; IPO che più che raddoppiano il primo giorno di negoziazione; un esercito di investitori dilettanti e la GameStop mania.

Sicuramente sembra un’esuberanza irrazionale e fa scattare allarmi per coloro che ricordano la bolla delle dot-com della fine degli anni ’90. “I parallelismi che abbiamo oggi sono storicamente molto, molto preoccupanti”, osserva Jim Stack, presidente di Whitefish, InvesTech Research e Stack Financial Management del Montana. “L’attuale schiuma è la ciliegina sulla torta, e quando la esamini, vedi molti altri problemi di fondo.”

Nonostante una forte correzione del mercato del 30% lo scorso anno, il mercato rialzista più lungo mai registrato ha aiutato l’ a salire di quasi il 300% negli ultimi dieci anni, all’incirca in linea con la crescita nei dieci anni precedenti il ​​crollo delle dot-com nel 2000, dopodiché le azioni sono crollate del 40% in due anni. Analizzando 11 metriche di mercato chiave che hanno mostrato segnali di allarme appena prima del crollo del mercato azionario nel marzo 2000. I segnali ribassisti superano quelli rialzisti, ma gli investitori contrarian dovrebbero trarre conforto dal vecchio adagio che i mercati azionari tendono a scalare un “muro di preoccupazione”.

Rapporto S&P 500 Shiller CAPE Nel libro Irrational Exuberance, l’economista di Yale e premio Nobel Robert Shiller, ha introdotto un rapporto prezzo / utili per l’S&P 500 che calcola la media degli utili aggiustati per l’inflazione negli ultimi dieci anni nel tentativo di eliminare le oscillazioni cicliche. Anche se non così ripido come il picco del rapporto P / E che ha portato al crollo della bolla delle dot-com nel marzo 2000, i multipli di Shiller P / E di oggi sono i più alti degli ultimi due decenni. “Le valutazioni a Wall Street sono nella stratosfera”, afferma Stack.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: