fbpx


Borse europee in rialzo nella prima seduta della settimana dopo il record toccato dalla Borsa di Tokyo con il Nikkei che ha infranto la soglia di 30mila punti. A far balzare la Piazza finanziaria del Giappone le indicazioni sul Pil che nel quarto trimestre dello scorso anno ha riportato una performance positiva per il secondo trimestre consecutivo, salendo al ritmo annualizzato del 12,7% rispetto al terzo trimestre, anche se in rallentamento rispetto al balzo record del 22,7% del terzo trimestre. Si continua a monitorare la situazione vaccini. L’Unione Europea ha fatto sapere che accelererà le approvazioni dei vaccini contro il coronavirus anche per combattere le varianti. Queste le rassicurazioni rilasciate in una intervista dal commissario per la salute dell’Ue, Stella Kyriakides.

Ftse Mib: nel mirino 23.918 punti


Il Ftse Mib apre oggi in gap up dando un chiaro segnale positivo. Interessante l’indicazione che ci fornisce RSI dove la trend ribassista costruita sull’indicatore è stata infranta con successivo pull back e poi ripartenza. Ma ancora non siamo in ipercomprato e quindi c’è ancora spazio di salita per l’indice italiano. Il primo target al rialzo è la resistenza a 23.918 punti, che coincide con la parte finale del gap down di fine febbraio dovuto alla crisi Covid. I target successivi sono 23.600 e poi area 25.000 punti. Lentamente il Ftse Mib sta ritornando sui massimi storici e molto dipenderà dal governo che si è appena formato e da come utilizzerà le risorse del Recovery Plan per far ripartire il paese. Al ribasso, invece, la soglia importante è quella dei 22.334 punti che in caso di rottura potrebbe innescare discese verso 21.155 punti, dove passa il 61,8% di Fibonacci di tutto il down trend avviato a fine febbraio 2020.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HFD5 con leva 5 volte e strike a 20144,894707 punti, oppure ISIN DE000HV4K7W8 con leva 9 volte e strike 23013,954384 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV47HN5 con leva 14 volte e strike a 24887,757158 punti.

Dax: nuovo assalto ai massimi storici


Il Dax è già più avanti rispetto al Ftse Mib e infatti ha già raggiunto nuovi massimi storici a 14.169 punti. Quali sono dunque i livelli da monitorare per l’indice tedesco. Per una nuova spinta al rialzo bisognerà attendere il superamento di 14.169 punti con graduale salita verso 14.200 e 14.300 punti. Al ribasso, invece, la prima soglia di supporto importante si colloca a 13.788 punti. In caso di rottura di tale livello, i corsi potrebbero scivolare verso 13.460 punti, dove passa anche la trend line rialzista di lungo periodo costruita sui minimi di marzo e ottobre dello scorso anno.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HJJ4 con leva 9 volte e strike a 12605,248227 punti, oppure ISIN DE000HV4JHF2 con leva 18 volte e strike 13299,918576 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4JHJ4 con leva 8 volte e strike a 15671,294 punti.

DI SEGUITO LE ANALISI DI TRADING FLOOR





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: