fbpx



la nuova emissione obbligazionaria:

Concluso il collocamento a tasso fisso, a 7 e a 12 anni, per un miliardo di euro complessivi. Coupon da record per la tranche con scadenza più lunga

di Celestina Dominelli

Il sistema gas sarà protagonista nella sfida della decarbonizzazione

Concluso il collocamento a tasso fisso, a 7 e a 12 anni, per un miliardo di euro complessivi. Coupon da record per la tranche con scadenza più lunga

2′ di lettura

Italgas torna a bussare alla porta del mercato dei capitali e registra un boom di richieste, con una domanda pari a 3,4 miliardi, per la nuova emissione obbligazionaria a tasso fisso dual tranche (a 7 e a 12 anni) lanciata venerdì 5 febbraio. Così la società guidata da Paolo Gallo chiude il collocamento piazzando un miliardo di euro nel complesso (500 milioni per ciascun tassella con una cedola annua pari, rispettivamente, a 0% per la scadenza a febbraio 2028 e dello 0,5% per quella con deadline a febbraio 2033. Entrambe le emissioni si collocano in scia al programma Emtn (Euro Medium Term Note) che è stato avviato nel 2016 dalla società di distribuzione gas e rinnovato dal board a ottobre scorso.

Coupon da record per la tranche a 12 anni

La scelta di Italgas è stata dunque premiata dal forte riscontro del mercato che si è manifestato, oltre che con il consistente livello di richieste, con l’elevata qualità e l’ampia diversificazione geografica degli investitori. Senza contare che i numeri del doppio collocamento fanno segnare anche un record come ha sottolineato la nota della società diffusa in chiusura di operazione: la tranche a 12 anni rappresenta infatti l’emissione con il coupon più basso in Italia finora realizzata su quel tipo di scadenza.

Loading…

La strategia della società sul fronte del debito

L’operazione si inserisce nella più ampia strategia perseguita dalla società e ribadita anche nel corso della presentazione dell’ultimo piano strategico: approfittando delle condizioni favorevoli del mercato, l’azienda è decisa infatti a proseguire il percorso di ottimizzazione del costo del debito e di riduzione del rischio di rifinanziamento, estendendo ulteriormente la durata media del suo portafoglio obbligazionario.

L’operazione di riacquisto lanciata contestualmente

Le obbligazioni saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo e i proventi utilizzati in parte anche per il riacquisto di una fetta delle due obbligazioni con scadenza 2022 e 2024 oggetto dell’offerta di riacquisto che è stata lanciata insieme alla nuova emissione. A seguire il collocamento odierno è stato un nutrito gruppo di banche nel ruolo di joint bookrunner: Bnp Paribas, Jp Morgan Securities, UniCredit Bank Ag, Intesa Sanpaolo, Crédit Agricole Cib, Goldman Sachs International, Mediobanca e Morgan Stanley.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: