fbpx


© Reuters.

MILANO (Reuters) – Italvolt, fondata e guidata da Lars Carlstrom, realizzerà la prima Gigafactory in Italia, destinata a diventare la più grande in Europa e la dodicesima al mondo per dimensione, con un investimento complessivo di circa 4 miliardi di euro.

Lo rende noto un comunicato aggiungendo che il progetto avrà una capacità iniziale di 45 GWh, che potrà raggiungere i 70 GWh. La prima fase sarà completata entro la primavera 2024.

L’impianto, dedicato alla produzione e allo stoccaggio di batterie a ioni di litio per veicoli elettrici, secondo le stime dovrebbe impiegare 4.000 lavoratori e creare nel complesso 10.000 nuovi posti di lavoro.

Il primo step del progetto prevede l’individuazione dell’area dove verrà costruito l’impianto, al termine dell’attività di due diligence attualmente in corso su alcuni siti selezionati a livello nazionale.

Carlstrom, industriale del settore automotive già fondatore e azionista di Britishvolt, “ha scelto di puntare sull’Italia, Paese riconosciuto a livello globale per la sua capacità di eccellere nel campo dell’innovazione della ricerca tecnologica e per il ruolo di leadership che l’Italia storicamente ricopre all’interno dell’industria automotive a livello globale”, si legge nella nota.

Il nuovo impianto sarà in grado di contribuire con la propria produzione alla crescente domanda di batterie in Europa, in gran parte proveniente dall’industria automotive.

Il gigaplant di Italvolt sarà progettato dalla divisione Architettura di Pininfarina. Comau sarà il fornitore di soluzioni innovative, impianti e tecnologie per il gigaplant e si occuperà della realizzazione del laboratorio di Ricerca e Sviluppo.

(Sabina Suzzi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA