fbpx


la giornata sui mercati

Le principali piazze del vecchio Continente restano ancora in equilibrio. In Asia il Nikkei chiude in calo ma guadagna il 16% da inizio anno. Dollaro sotto pressione, sale il petrolio

di Chiara Di Cristofaro

default onloading pic

Le principali piazze del vecchio Continente restano ancora in equilibrio. In Asia il Nikkei chiude in calo ma guadagna il 16% da inizio anno. Dollaro sotto pressione, sale il petrolio

3′ di lettura

Le Borse europee sono poco mosse e si assestano sui massimi toccati nelle ultime sedute, in quella che per le principali piazze europee e per Piazza Affari è l’ultima seduta dell’anno. Francoforte e Parigi sono ferme sui livelli della vigilia mentre Milano sale spinta da Saipem che si è aggiudicata un nuovo contratto in Australia. Gli investitori guardano con ottimismo al 2021 e alla ripresa, dopo l’anno volatile che si sta per chiudere. Il maxi pacchetto di aiuti approvato negli Stati Uniti insieme al piano vaccinale anti-Covid ormai al via ha fornito la spinta agli asset più rischiosi.

Dagli Usa qualche dubbio sugli stimoli e sul piano vaccinale

Qualche elemento di incertezza arriva comunque da Oltreoceano, dopo che ieri i Repubblicani al Senato hanno bloccato la proposta democratica di aumentare a 2mila dollari da 600 gli aiuti ai cittadini. Anche sul fronte della pandemia, negli Usa Anthony Fauci ha detto che i contagi sono fuori controllo, mentre stanno arrivando aspre critiche per la lentezza del piano vaccinale e mentre in Colorado è stato registrato il primo caso di virus mutato. Intanto, in Gran Bretagna, è stato approvato il vaccino di AstraZeneca, che invece non dovrebbe avere il via libera dell’Ema per gennaio.

Loading…

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Loading…

Spunto di Saipem dopo contratto in Australia, deboli le utility

A Piazza Affari scatto di Saipem che segna la performance migliore del listino dopo il contratto in jv con Clough in Australia da 2,4 mld di dollari in totale. Ben intonati i farmaceutici con Recordati e Diasorin in evidenza, con la società DiaSorin Molecular ha ricevuto fondi federali Usa dalla Biomedical Advanced Research and Development Authority (Barda) ‘per
richiedere la certificazione 510(k) del test molecolare Simplexa Covid-19 Direct e per incrementarne la capacità produttiva. Bancari in ordine sparso mentre le utility restano in coda. Male Atlantia che perde quasi un punto percentuale dopo il +2,5% della vigilia.

Tokyo chiude in leggero calo ma +16% nell’anno

La Borsa di Tokyo ha chiuso l’ultima sessione del 2020 in leggero calo, ma è cresciuta fortemente nell’anno, sostenuta dagli enormi piani di sostegno dei governi e delle banche centrali di fronte alla pandemia. L’indice Nikkei ha chiuso a 27.444,17 punti, un calo dello 0,45% rispetto al giorno precedente ma un balzo del 16% nel complesso dell’anno. L’indice Topix è sceso dello 0,8% a 1.804,68 punti (+4,8% su un anno). Nel corso del 2020 un vertiginoso crollo a febbraio-marzo ha colpito per la prima volta il Nikkei fino a registrare un -30% rispetto a fine 2019; poi si è ripreso, tornando a massimi senza precedenti da 30 anni. La Borsa di Tokyo ha ripreso fiato dopo gli alti guadagni di ieri; domani resterà chiusa per il resto della settimana, osservando la pausa di Capodanno.

Buona la prima (del 2021) per i BoT

Rendimento sostanzialmente stabile anche per il BTp decennale (0,57%, per uno spread nei confronti del Bund tedesco a 113 punti base), dopo che nella seduta di martedì il Tesoro ha inaugurato la stagione delle aste del 2021. Il regolamento dei 6,5 miliardi di BoT a sei mesi collocati martedì a un tasso negativo per lo 0,52% che rappresenta il nuovo minimo assoluto su questa scadenza sarà già il 4 gennaio prossimo. Le richieste, pari a oltre 11 miliardi e a 1,71 volte l’ammontare assegnato, dimostrano come i rendimenti sottozero non abbiano ancora allontanato dai nostri titoli l’interesse degli investitori.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: