fbpx


Le tesorerie aziendali in Bitcoin sono arrivate, preannunciando sviluppi positivi

Possedere (BTC) nella propria tesoreria diventerà presto uno standard aziendale. Di recente, la società di Wall Street MicroStrategy ha fatto notizia con la decisione di assegnare una grande porzione della sua tesoreria a Bitcoin. Comprando oltre 21.000 BTC ad agosto e altri 17.000 a settembre, il suo CEO, Michael Saylor, appare già come un veggente. I titoli di MicroStrategy hanno assistito a un rialzo simile a quello tracciato da BTC, aumentando del 50%. Secondo Saylor, Bitcoin era la migliore copertura contro l’inflazione e la migliore riserva di valore, opinione confermata dal suo commento “Cash is trash.” Finora, la sua scommessa è stata notevolmente remunerativa.

Dal punto di vista tecnico, Bitcoin è effettivamente una riserva di valore globale. BTC non è solo un fenomeno statunitense o asiatico: persone di tutto il mondo lo possiedono e lo scambiano attraverso una miriade di exchange locali, rendendo la pool di liquidità disponibile sia globale che capillare in termini di granularità.

Ci sono molte altre motivazioni tecniche per definire Bitcoin una protezione contro l’inflazione. BTC è una classe di asset numerus-clausus, quindi le unità in circolazione sono un numero finito (un massimo di 21 milioni di monete) molto simile all’oro, agli immobili di lusso e alle opere d’arte. Inoltre, la criptovaluta presenta una nuova offerta in costante calo, in seguito ad eventi detti halving, e una cultura di detenzione a lungo termine tra la maggior parte dei partecipanti. Tutto questo implica un’offerta ridotta. Storicamente, BTC sembra replicare le sue precedenti bull run post-halving. Ci troviamo nel ciclo del terzo halving, e per ora tutto sembra procedere come previsto. Dal lato della domanda, il quadro continua ad allargarsi.

Leggi il testo completo su Cointelegraph

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA