fbpx


Il rimbalzo dei mercati dai minimi del 3 dicembre oggi ha subito uno stop di non poco conto. Tutto sembrava al rialzo ma nelle ultime  le quotazioni sono tornate  verso il basso. Procediamo per gradi.

Il Ftse Mib continua a reagire bene alla volatilità. Alle 14 viaggiava infatti a +0,43% per poi ripiegare nel tardo pomeriggio. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, toccava i 171,4 punti stabile rispetto a ieri. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, si conferma l’1,4%.

Il resto del Vecchio Continente

In ordine sparso l’Europa. Il Cac 40 di Parigi arrivava a 0,65% mentre il Dax di Francoforte era a -0,05%. Negativo anche il Ftse 100 di Londra a -0,03%.

Wall Street

I futures di Wall Street alle 14 (ora italiana) vedevano l’S&P 500 a +0,27% e il Dow Jones salire dello 0,3% mentre il Nasdaq arrivava a 0,4%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra gli aggiornamenti sui rating di oggi a Piazza Affari sono da segnalare i Buy di varie case d’affari. In primis JP Morgan che assegna un overweight ad Atlantia con fair value di 25 euro. Non manca nemmeno l’ottimismo di Bank of America Merrill Lynch secondo cui Leonardo (t.p 15 euro) è degna di essere una top pick. Overweight da Morgan Stanley per Unicredit (target fissato a 15,60 euro) mentre per Credit Suisse vale un outperform con target a 14,80 euro.

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra gli ultimi aggiornamenti da segnalare a Wall Street c’è quello di Facebook Inc. promossa a Buy da Hold con un target di prezzo di $ 240. A deciderlo gli analisti di Stifel. Da citare anche Marvell Technology Group Ltd che BMO Capital boccia  a Market Perform dal precedente rating Outperform mentre JPMorgan ha confermato il giudizio Overweight aumentando il target a $ 31 da $ 27.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico di domani

Domani verranno pubblicati i dati italiani riguardanti le vendite al dettaglio di ottobre. Le precedenti rilevazioni hanno evidenziato un risultato di 0,7%, mese su mese e 0,9% anno su anno. Le previsioni invece temono un -0,4%, mese su mese e 1% anno su anno. Da sottolineare anche i risultati della produzione industriale tedesca, sempre di ottobre e il tasso di disoccupazione Usa di novembre. Sempre dagli Usa in arrivo anche la fiducia dei consumatori Università del Michigan di dicembre. Tra i dati pubblicati oggi, invece, negativi gli ordini all’industria tedesca a -0,4% e le vendite al dettaglio in Europa a 1,4% invece del pronosticato 2,2%. Solo 0,1% il dato sull’occupazione europea.

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Domani è decisivo per i mercati

Le chiusure di domani saranno davvero importanti in quanto detteranno il passo almeno per tutta la prossima settimana.

Quale segnale riporterà  i mercati al ribasso?

Chiusure della giornata di contrattazione del  6 dicembre inferiori a:

S&P 500

3.102

Dax Future

12.992

Eurostoxx Future

3.607

Ftse Mib Future

22.730

Si procederà per step.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: