fbpx


Non c’è pericolo di guerra che tenga per i mercati che, dagli Usa all’Europa, continuano a salire. Infatti alle 14.30 il ftse Mib guadagna lo 0,82%. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, segna i 160,9 punti. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, si vede un saldo a 1,37%.

Il resto del Vecchio Continente

Bene anche i mercati del resto del Vecchio Continente con Parigi che vede il Cac 40 a 0,21%, il Dax di Francoforte a 1,2% e il ftse 100 di Londra a 0,50%.

Wall Street

In verde anche i listini Usa che arrivano a intravedere nuovi massimi storici. L’S&P 500 alle 14.40 (ora italiana) registra sui futures lo 0,3% poco sotto al Dow che supera lo 0,36%. In tutto questo il Nasdaq arriva a 0,6%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra le ultime raccomandazioni a Piazza Affari è da segnalare il buy di Banca Akros su FCA con target price di 17,50 euro e l’accumulate su Atlantia con target di 25 euro. Idem per Fincantieri (t.p a 1,20 euro) e UniCredit con fair value di 14,40 euro. Da Banca Imi il buy va Banco Bpm con target di 2,80 euro e Cnh Industrial (t.p 12 euro).

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra le ultime raccomandazioni a Wall Street è da segnalare quella su American Express Co. da parte di Robert W. Baird che ha avviato una copertura sul titolo con un rating Neutral e un target di $ 124. Promozione per Coca-Cola Co.  (NYSE:KO) con il Neutral di Credit Suisse che si trasforma in Outperform. In aumento anche il target a $ 64 da $ 54. Goldman Sachs Group Inc. è stato promosso a Buy da Neutral con il prezzo portato a $ 270 da $ 245 da Merrill Lynch.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico di domani

Per quanto riguarda i dati che verranno resi noti domani, ci saranno la produzione industriale italiana di novembre e dagli Usa le vendite all’ingrosso di dicembre oltre ai numeri sulla variazione occupati e sul tasso di disoccupazione sempre di dicembre. Buone notizie sul fronte della  produzione industriale tedesca di novembre con un +1,1% invece del precedente -1%.  Non così bene invece la bilancia commerciale di Berlino che a novembre ha visto un risultato di 18,3 miliardi.

Dati occupazione Italia

Tra i dati pubblicati oggi, spicca il tasso di disoccupazione di novembre per l’Italia fermo al 9,7% e in Europa, fermo anche quello ma al 7,5%. Per quanto riguarda l’Italia è da sottolineare anche il tasso di occupazione, salito al 59,4% a novembre con un trend in crescita per donne e per gli appartenenti alla fascia d’età tra i 25 e i 34 anni. Quello reso noto è il tasso di occupazione migliore mai registrato in Italia dall’Istat.

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Il ribasso dei mercati è finito?

Come scritto dai giorni scorsi, “La tendenza di beve termine nonostante forte volatilità è rialzista e quindi il ribasso potrebbe essere finito.”

L’obiettivo ora dovrebbe essere per/entro fine mese l’area dei massimi mensili:

S&P 500

3.301/3.346

Dax Future

13.801/14.021

Eurostoxx Future

3.900/3.946

Ftse Mib Future

24.800/25.225

Ulteriori rialzi nei prossimi giorni se  le chiusure di contrattazione del 10  gennaio saranno superiori a:

S&P 500

3.214

Dax Future

12.939

Eurostoxx Future

3.686

Ftse Mib Future

23.360

Approfondimento

Come investire a gennaio sui mercati?



Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: