fbpx


Si rafforza il rimbalzo sui mercati internazionali. Alle 15, infatti, Piazza Affari supera l’1,7% in territorio positivo. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, continua a scendere e arriva a segnare 136,2 punti. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, si conferma lo 0,957%.

Il resto del Vecchio Continente

Ampiamente positivo il saldo parziale per tutte le altre borse europee. Il Ftse 100 di Londra registra un +1,45% mentre il Cac 40 di Parigi arriva a 1,52% così come anche il Dax di Francoforte.

Wall Street

Molto forte anche il vento che soffia su Wall Street. Infatti alle 15.20 (ora italiana) i futures dell’S&P500 segnano addirittura un + 1,3% così come quelli del Dow. Meglio di tutto fa il Nasdaq a 1,56%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra le ultime raccomandazioni a Piazza Affari sono da segnalare i rating Outperform di Mediobanca su Autogrill con prezzo obiettivo di 11,90 euro e su CNH Industrial con target price di 12,60 euro. Outperform anche per Enel (t.p 7,50 euro) e Piaggio (target fissato a 3 euro). Sul mercato italiano si è mossa anche Deutsche Bank che vede Enel come buon acquisto (buy) a 8,30 euro, Snam (target a 5,50 euro) e Terna (6,80).

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra le ultime raccomandazioni a Wall Street impossibile non citare gli aggiornamenti su Alphabet Inc. in occasione della presentazione degli utili. SunTrust Robinson Humphrey ha ribadito il suo rating Buy e ha aumentato il prezzo target a $ 1,600 da $ 1,500. Wedbush Securities conferma il suo Outperform(t.p $ 1.625). Raymond James anche vota per un rating di Outperform con aumento sull’obiettivo di prezzo da $ 1,475 a $ 1,580. Piper Sandler lo ha ribadito come Overweight aumentando il target da $ 1,500 a $ 1,600.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico

Tra gli appuntamenti macro di oggi, sorprende in positivo il dato preliminare italiano dei prezzi al consumo di gennaio con 0,6% invece di 0,5% (a/a). Bene anche i prezzi alla produzione di dicembre dell’eurozona (a/a) che toccano -0,7% invece del precedente -1,4%. Tra i dati che verranno pubblicati domani, invece, le attese sono tutte per il PMI Caixin sui servizi di gennaio, che valuterebbe gli altri impatti dell’epidemia sull’economia della nazione. Ma i dati PMI di gennaio (composito e servizi) riguarderanno anche l’eurozona. Dagli Usa ci saranno i numeri sugli occupati ADP di gennaio e la bilancia commerciale di dicembre. Da citare, visto quanto detto per Cina e Europa, i PMI composito e dei servizi di gennaio oltre all’indice ISM non manifatturiero, sempre di gennaio.

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Il rimbalzo dei mercati continua

Lo scenario settimanale sembra voler modificarsi  e quindi diventa molto probabile che il minimo settimanale sia stato già segnato.

Cosa porterà alla definitiva inversione rialzista?

Chiusure di contrattazione del 5  febbraio  a:

S&P 500

3.294

Dax Future

13.435

Eurostoxx Future

3.737

Ftse Mib Future

24.205

Come scritto nei giorni precedenti, fino a quando di giorno in giorno i mercati non invertiranno al rialzo, l’obiettivo rimarrà le aree di minimo proiettate per l’anno in corso.

Approfondimento

Le probabilità che Wall Street abbia formato il massimo annuale



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: