fbpx


Il più antico istituto di credito al mondo, così è come generalmente conosciuta la Banca Monte Paschi di Siena, nata nel 1472.

Attualmente il Gruppo MPS (MIL:BMPS) rappresenta una realtà italiana con una quota di mercato del 6,5% sugli impieghi e sulla raccolta.

È noto che nel 2007 Banca MPS ha subito molte vicissitudini, cambiando l’aspetto strutturale del Gruppo:
– AXA ha acquisito il 50% di Montepaschi Viva e Montepaschi Assicurazione Danni;
– BMPS ha acquisito il 55% di Biverbanca e il 100% di AXA SIM.

Inoltre, ha sottoscritto con Banco Santader la cessione di Banca Antonveneta.

Attualmente il Gruppo opera in Italia con quasi 2.100 filiali e 24.863 dipendenti con oltre 4.800.000 clienti.

Dati di bilancio

Le voci del bilancio nel triennio 2016 – 2018 hanno evidenziato due anni  negativi  ma quello che rende  la Banca senese  una possibile opportunità di acquisto è il ritorno degli utili nel bilancio 2018.

Nel triennio indicato poc’anzi, il quadro è negativo:
– Il margine di interesse (differenza interessi attivi e passivi) ha registrato -14,28%
– Il margine di intermediazione (valore della banca nella sua attività principale) è diminuito del 24,45%

Gli utili sono un capitolo a parte:
Nel biennio 2016/17 hanno registrato segno meno (-3,5 mld di €) ma nel 2018 il Gruppo ha segnato il ritorno in positivo, 278,67 mln di € con +1259% rispetto all’anno precedente.

Da notare inoltre che è avvenuto nello stesso anno una diminuzione del leverage (ricorso all’indebitamento).

Possibile opportunità di acquisto per il lungo termine?

Secondo le ultime indiscrezioni e rapporti degli analisti sembrerebbe di sì.

Infatti, sembra che Banca  MPS stia andando verso una cessione secca della Banca, con protagonisti i due fondi Fortress e Varde, con “qualche garanzia” del Tesoro.

Inoltre, è notizia di questi giorni della revisione al rialzo del target degli analisti.

Come investire sul titolo?

Attualmente il prezzo è a quota 1,465€.

Alla rottura e conferma in chiusura di seduta giornaliera  di 1,510€ entrare long con stop loss a 1,40€
a) Target di breve termine (1 mese) a 1,71€ (massimi anno 2019)
b) Target di lungo termine (12 mesi) a 2,40€ ma con probabilità di mantenerlo in portafoglio per ottime opportunità di rialzi.

Banca MPS può entrare di diritto nel paniere dei titoli bancari pronto ad esplodere al rialzo.

Approfondimento

Analisi e Articoli precedenti sul titolo



Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: