fbpx


Quando andiamo a spasso con il cane possiamo notare come a volte ci tiri per andare ad annusare la pipì su un palo. Forse non ci siamo mai chiesti se sia un’abitudine eccentrica dei cani o se sia meglio assecondarli. Vediamo allora perché è molto importante che i cani annusino e a volte assaporino la pipì degli altri cani.

ProiezionidiBorsa TV

Annusare la pipì

Con il suo naso estremamente sensibile il cane si accorge bene della presenza di altri cani anche a distanza di chilometri. È lo stesso motivo per cui riconosce in anticipo del nostro rientro a casa e semmai si avvicina alla porta per accoglierci.

Non c’è da meravigliarsi allora che con un tal fiuto il cane si accorga della pipì lasciata dagli altri suoi simili sul palo poco lontano. Ma perché allora questa voglia incontenibile di andare ad annusarla e addirittura qualche volta di gustarla, come un sommelier fa per il vino?

Riconoscere e chattare

Noi umani se non incontrassimo qualcuno, non potremmo sapere delle novità che lo riguardano. Ma per i cani la cosa è molto diversa. Non hanno bisogno di incontrare un altro cane e fare una conversazione abbaiando a breve distanza. Per loro basta decodificare i segnali nascosti all’interno della pipì. In effetti il fare pipì accanto a un palo è un sistema che i cani hanno di chattare a distanza.

Dare il tempo al cane di annusare

Se dessimo al cane tutto il tempo necessario, allora vedremmo come annusi con accuratezza la pipì lasciata dagli altri cani, e poi ci stia un po’ su a riflettere come a trarre delle conclusioni. Alla fine lascia anche il marchio del suo passaggio, aggiungendo la sua.

Le parole che non si dicono

Perché è molto importante che i cani annusino e a volte assaporino la pipì degli altri cani?  Il naso del cane è sensibilissimo anche nel distinguere nell’insieme di tanti odori, quello particolare che gli interessa. La pipì per un cane ha lo stesso effetto che un buon profumo può avere per noi uomini. Inoltre nella pipì del cane ci sono i cosiddetti feromoni.

Sono sostanze leggere e volatili prodotte dalle ghiandole e percepite a volte inconsciamente ma che sviluppano risposte precise nel corpo. È chiaro l’esempio dei feromoni a livello sessuale.

Un profumo per il cane

Il cane accanto al suo naso possiede un piccolo organo, detto l’organo di Jacobson, che riesce perfettamente a decodificare queste sostanze. Per questo il cane sta del tempo ad annusare la pipì e a volte ad assaggiarla, poiché quest’organo comunica anche con il suo gusto canino.

Ogni feromone gli segnala qualcosa del cane che ha lasciato precedentemente queste tracce. Nello stesso tempo apprende le “ultime notizie” della popolazione canina che sta nei dintorni. Se si vuole fare un parallelismo, il cane che annusa un palo innaffiato con la pipì è come chi guarda le ultime notizie al telegiornale, almeno quelle che gli interessano, soprattutto sulla popolazione femminile.

Ecco perché è molto importante che i cani annusino e a volte assaporino la pipì degli altri cani. Un’altra curiosità riguarda il cane che cerca di mordere la sua coda.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: