fbpx


PETROLIO.. il WTI cosa farà alle prese con i 60 Dollari?

CRUDE OIL FUTURES (CONTINUOUS: CURRENT CONTRACT IN FRONT) NYMEX:CL1!
MauroGerardi



Il massimo relativo di mercoledì a quota 58.91 “sverniciato” in chiusura di settimana.
Quali intenzioni avrà per la prossima settimana?

LAYOUT
Grafico a linea grigio TF 4H o candlestick 30min
Volume Profile intervallo di sessione
Range settimanale (grafico multiperiodico)
Media mobile semplice 6 periodi circoli, colore azzurro
Media mobile semplice 15 periodi circoli, colore arancio
Media mobile semplice 30 periodi circoli, colore rosso

Linee arancioni tratteggiate: livelli settimanali
Linee bianche tratteggiate: livelli giornalieri
Linee verdi: livelli minori oltrepassati
Linee rosse: livelli di particolare interesse

LIVELLI
60.00: Numero tondo e probabile spartiacque per lo strumento
59.77: Max importante del 21/ 01 /2020
58.91: Max relativo della settimana 08/02 – 12/02 segnato il giorno di mercoledì
57.00: minimo relativo settimana 08/02 – 12/02 relativo all’apertura di lunedì

I prezzi si portano prepotentemente nei pressi dell’area di resistenza compresa tra 59.77 e 60.00
Tale area rappresenta un’importante riferimento sia graficamente in quanto da tali quote si è innescata un’importante catena di vendite che portarono addirittura sotto i 50.00 Dollari ai primi di Febbraio 2020 (ma la pandemia cominciava a diventare prepotentemente un market mover) sia sotto il profilo psicologico in quanto numero tondo.
Il Poc del venerdì inoltre è molto vicino ai massimi di giornata a confermare una reale volontà degli operatori allo raggiungere stabilmente tali quote.

CONCLUSIONI
Sarà determinante osservare il comportamento dei prezzi nei confronti di tale area di resistenza.
La costruzione di Poc sopra ai 60.00 Dollari potrebbe dare buone indicazioni riguardo la forza del movimento, certo i prezzi sembrano piuttosto “stirati” e la prudenza è sempre necessaria.
Per un’operatività long un ritest dei 58.90 è assolutamente probabile, sotto i 57.00 invece non è una buona indicazione.
Per un’operatività short se la resistenza “tiene” diventa piuttosto semplice determinare i livelli di stop, ma attenzione perché le ultime due settimane sono state assolutamente all’insegna della spinta rialzista e si potrebbe confondere una fase di ulteriore accumulo con una di distribuzione.

Buon trading a tutti!!!



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: