fbpx


Il Gruppo Buffetti spa mette le mani su Cartiere Pigna spa proprio nei 180 anni dalla sua nascita. A maggio c’era stato un primo approccio tra le parti con l’ingresso di Buffetti nella compagine societaria con una quota del 40% tramite l’accordo d’investimento con IDeA Corporate Credit Recovery I, fondo gestito da DeA Capital Alternative Funds (MIL:DEA), società del gruppo De Agostini, e Giorgio Jannone. Quando tutto si è ben incastrato tra le parti è arrivata la notizia dell’acquisizione totale delle azioni di Cartiere Pigna da parte del Gruppo Buffetti S.p.A. Si è formato un triangolo tra un marchio ricco di storia e di prodotti di eccellenza (Cartiere Pigna), capacità finanziaria (IDeA Corporate Credit Recovery I) e forza commerciale e distributiva (Buffetti).

Pigna fa le carte al settore

Cartiere Pigna in controtendenza con il mercato di settore è riuscita a crescere di fatturato negli ultimi due anni del 20% rispetto al mercato di settore che segna un -9% e -6% negli ultimi due anni.

Non è stato un periodo particolarmente felice per la società che grazie alla sinergia è riuscita a tirarsi fuori da problemi economici in tempi molto brevi anticipando la fine del concordato.

Pigna, lo conosciamo tutti

Il prodotto Pigna non ha necessità di presentazione. E’ un marchio conosciuto sia nel settore aziendale che al consumo.  I prodotti distinguono per qualità, funzionalità e non risentono delle mode e dei tempi.

Diversificazione di prodotto

Oltre la carta, Pigna ha ampliato il portafoglio dei propri prodotti con zaini, astucci, lo stationery di alta gamma. Ha rispolverato poi i quaderni anni ’50 Bella Copia o del 1948 come il Nero Oriente.

Negli Usa le nuove collezioni

Questi prodotti nuovi fanno bella mostra dall’estate sugli scaffali del primo temporary store dedicato al Made in Italy con heritage del MoMA Design Store di New York e sono in vendita nella piattaforma E-commerce del MoMA Design Store. In Italia invece solo da questo mese è possibile acquistare le nuove collezioni nei punti vendita Buffetti e nelle librerie italiane.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: