fbpx


I consulenti di Redazione rispondono ai Lettori che chiedono quanto si spende al mese per mantenere un cane di piccola o media taglia. Già nel precedente articolo il nostro team ha spiegato agli amanti dei quadrupedi “Come ottenere la detrazione di 1.000 euro per il mantenimento del cane”. Ciò perché chi possiede animali domestici di solito deve preventivare una serie di costi da sostenere con costanza. Per quanto si possa mirare al risparmio ci sono alcune voci di spesa che non si possono assolutamente evitare.

Prima fra tutte, e che maggiormente incide nel determinare i costi di mantenimento, quella relativa agli alimenti. Per quanto attualmente si possa scegliere fra una vasta gamma di cibi per cani occorre tuttavia prestare attenzione all’alimentazione. Si consiglia difatti di attenersi alle norme relative alla nutrizione degli animali che il Ministero per la salute e la sicurezza alimentare dispone.

Se esporrete quotidianamente il vostro cane a cibi di qualità scadente è assai probabile che prima o poi possa accusare disturbi gastrointestinali. Ciò inevitabilmente comporterà il ricorso alle cure del veterinario che manderanno in fumo i margini di risparmio sull’acquisto del cibo. Anche le visite veterinarie che bisogna pur effettuare per garantire benessere fisico al quadrupede hanno un’incidenza rilevante sulla spesa annuale.

A ciò si aggiunga la necessità di vaccini, trattamenti antiparassitari e altri interventi non ordinari che fanno lievitare i costi. In media il proprietario di un cane potrebbe arrivare a spendere una somma di denaro pari all’incirca a 200 euro. Ma per sapere quanto si spende al mese per mantenere un cane di piccola o media taglia bisogna mettere in conto altri costi.

Quanto si spende al mese per mantenere un cane di piccola o media taglia?

Consideriamo l’acquisto di prodotti alimentari di qualità media che quindi non prevedono né prezzi elevati, né offerte strepitose. Ipotizzando una fascia media di prezzo per il cibo si può affermare che i costi si aggirano attorno ai 400 euro su base annuale. Questa voce di spesa cresce in proporzione al peso del quadrupede cui assicurare il mantenimento.

Pertanto il proprietario di un cane che non supera i 20 kg potrà preventivare costi inferiori a 500 euro. Chi invece possiede animali più corpulenti molto probabilmente dovrà sborsare più di 600 euro all’anno. Per quantificare con più precisione quanto si spende al mese per mantenere un cane di piccola o media taglia bisogna considerare anche i costi relativi alla pulizia.

A queste somme bisogna infatti aggiungere le spese di toelettatura che per i cani di piccola taglia si mantengono al di sotto dei 70 euro. Solitamente si parte da un minimo di 20 euro per un bagno e da 40 euro per il taglio del pelo. Il cane di più grossa taglia invece richiede un esborso di denaro più alto che si attesta attorno agli 80 euro se si effettua un taglio del pelo con le forbici.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: