fbpx


Le feste si avvicinano e tutti noi riceviamo in regalo da colleghi e parenti il classico zampone o cotechino di maiale. Semplice da preparare, è uno di quei piatti di carne che bisogna assolutamente accompagnati a un contorno sfizioso.
Ecco quattro idee per cucinare l’intramontabile classico delle feste natalizie.

Quattro contorni gourmet per lo zampone della tradizione

Lenticchie: lasciare le lenticchie in ammollo la sera per la mattina. Scolare. Soffriggere in una padella una cipolla utilizzando olio evo. Aggiungere carote, sedano e i sapori che preferiamo. Quando il soffritto è dorato aggiungere abbondante acqua bollente e buttare le lenticchie. Cuocere per un’oretta e man mano che l’acqua si consuma aggiungerne. Salare e speziare a piacere. Questo è il contorno più tradizionale per lo zampone natalizio.

Smartwatch

Patate al forno: una volta seguita alla lettera la preparazione per le patate al forno perfette, sistemarle in una teglia assieme alle fettine di zampone cotto e servire.

Spinaci saltati: un’idea leggera. Basta cuocere gli spinaci surgelati o freschi in acqua bollente salata per qualche minuto. Scolarli e metterli nella padella assieme ad uno spicchio d’aglio rosolato con l’olio evo. Aggiungere sale e spezie a gradimento. Se si vuole si può condire con burro e parmigiano oppure aggiungendo del succo di limone.

Crauti: questa preparazione necessita di tempo, ma i crauti si sposano perfettamente allo zampone.
Ecco come preparare l’ultimo dei quattro contorni gourmet per lo zampone della tradizione.
Tagliare a listarelle sottili le foglie di un cavolo cappuccio. Mettere le foglie in un contenitore assieme alla quantità di sale equivalente al 3% del peso dell’ortaggio. Lasciare riposare almeno un’ora. Dopo la macerazione i cavoli avranno rilasciato il liquido di vegetazione. Porli in una pirofila assieme al liquido in modo che li sommerga interamente. Lasciare riposare per 3-4 settimane in un luogo asciutto e al riparo da fonti di calore alla fine delle quali i nostri crauti saranno fermentati. Ora possiamo consumarli crudi come contorno gourmet al nostro zampone natalizio.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: