fbpx


Timido rimbalzo sui mercati internazionali. Alle 15.15, infatti, Piazza Affari riesce a superare lo 0,6%. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, arriva a segnare 138,5 punti. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, si registra 0,956%.

Il resto del Vecchio Continente

Lo stesso dicasi per le altre piazze di scambio europee che salgono all’unisono. Il Ftse 100 di Londra registra lo 0,45% mentre il Cac 40 di Parigi tende a 0,36%. Per quanto riguarda il Dax di Francoforte si registra 0,22%.

Wall Street

Sembra che anche Wall Street, almeno a giudicare dai futures, sia impostata bene. Alle 15.20 (ora italiana) l’S&P500 segna lo 0,57% mentre il Dow lo segue a poca distanza con 0,5% e il Nasdaq supera tutti a 0,66%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra le ultime raccomandazioni a Piazza Affari sono da segnalare i rating buy di Fidentiis su A2a con target price fissato nella forbice 1,80/1,90 euro . Buy anche per Autogrill (t.p a 10,10/10,30 euro) e Buzzi Unicem con prezzo obiettivo di 24/25 euro. Da comprare, tra gli altri, per Fidentiis, anche Telecom Italia a 0,95/1,00 euro. Buy anche da Banca Akros per Leonardo con obiettivo di 15,50 euro mentre vota accumulate per Mediaset con obiettivo di 3 euro.

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra le ultime raccomandazioni a Wall Street sono da citare la conferma del rating che Credit Suisse dà su Chevron Corp: Outperform. Unico neo, il taglio del target a $ 128 da $ 135. Sempre sugli energetici, Exxon Mobil Corp. di è vista declassata da Goldman Sachs che da Neutral ha abbassato il giudizio a Sell. Parallelamente è stato tagliato anche il suo target passato a $ 65 dai precedenti $ 70.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico

Tra gli appuntamenti macro per domani l’attesa è per il dato preliminare italiano dei prezzi al consumo di gennaio (dato preliminare. Interessanti anche da citare, per dicembre, i prezzi alla produzione dell’eurozona e gli ordini all’industria da Washington. Tra i dati pubblicati oggi, invece, spiccano il calo del PMI manifatturiero Caixin di gennaio, in calo a 51,5 punti invece dei previsti 51,3, il PMI manifatturiero del Giappone a 48,8 invece dei 49,3 punti previsti e il PMI europeo che, invece, sale, seppur lievemente. Alla fine si conferma un saldo di 47, 9 punti invece dei previsti 47,8.

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Rimbalzo sui mercati ma al momento non è inversione

Il movimento odierno per il momento non ha cambiato le sorti e il ribasso potrebbe iniziare già da domani come da attese settimanali.

Cosa porterà ad un’inversione rialzista

Chiusure di contrattazione del 4  febbraio  a:

S&P 500

3.294

Dax Future

13.435

Eurostoxx Future

3.737

Ftse Mib Future

24.205

Fino a quando di giorno in giorno i mercati non invertiranno al rialzo, l’obiettivo rimarrà le aree di minimo proiettate per l’anno in corso.

Approfondimento

Le probabilità che Wall Street abbia formato il massimo annuale



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: