fbpx


I rotoli di piadina farciti sono un’alternativa alle girelle di pane da tramezzini al salmone. Infatti, questo finger food è altrettanto semplice da preparare. Così come le girelle, possono essere usati come antipasto durante il pranzo della domenica o come tartine da accompagnare ad un aperitivo. Richiedono pochi ingredienti, di cui molti a scelta. Ad esempio, è possibile scegliere di farcirli con la rucola, la mozzarella e il prosciutto crudo, con la bresaola e lo stracchino. In genere, si sceglie un salume e un qualsiasi formaggio spalmabile, il burro o addirittura la maionese. Ma c’è anche chi preferisce prepararli con il tonno, i pomodorini, la maionese e qualche foglia di insalata. Ce n’è per tutti i gusti. E la cosa migliore è proprio provare a prepararne di diversi tipi, così da soddisfare i gusti di tutti i membri della famiglia, nonché di eventuali ospiti. Come esempio utilizzeremo una farcitura di prosciutto crudo e un formaggio spalmabile a scelta.

Rotoli di piadina farciti, deliziosi finger food per il pranzo della domenica

Ingredienti per 8 persone:

Smartwatch XW 6.0
  • 8 piadine grandi;
  • 50 g di formaggio spalmabile;
  • 80 g di rucola;
  • 80 g di prosciutto crudo.

Procedimento

Il primo passo da seguire è riscaldare la piadina. Per farlo, serve una padella antiaderente. Quindi, riscaldare la piadina da entrambi i lati per poi disporla su un piano di appoggio. La piadina non deve spaccarsi. Se lo fa, vuol dire che è stata cotta per troppo tempo. Poi, spalmare il formaggio sulle piadine e distribuirci le fette di prosciutto crudo. Lavare la rucola e spargerla lungo la piadina.  Durante il procedimento, prestare attenzione a distribuire bene il formaggio spalmabile e le fette di prosciutto. Infatti, bisogna evitare che le piadine siano troppo piene di ingredienti. Arrotolarle una ad una e sigillarle con la pellicola trasparente per alimenti. Riporle in frigorifero per tre ore. Al termine di questo lasso di tempo, tirarle fuori, togliere la pellicola e tagliarle in fette spesse 2cm aiutandosi con un coltello, preferibilmente a lama seghettata. Non resta che impiattarle e servirle. Buon appetito!



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: