fbpx


Sui mercati sembra essere tornato un cauto ottimismo, probabilmente gli operatori iniziano a credere che la questione coronavirus abbia ormai raggiunto l’apice. Il numero di nuovi casi ha toccato il minimo aumento giornaliero dalla fine di gennaio, segno evidente che le misure adottate dalla Cina – ovviamente sulla base di ciò che viene riportato ufficialmente – stiano iniziando ad avere effetto. Ma c’è ancora l’incognita relativa alle ricadute sull’economia cinese e non solo, ricadute che potrebbero ovviamente riversarsi nelle linee di produzione e di approvvigionamento del colosso asiatico.

Nel frattempo il presidente della Fed Powell ha dichiarato che il FOMC sta “monitorando attentamente” la situazione, ma l’impatto economico sugli Stati Uniti sembra essere piuttosto lieve in questa fase. Sul fronte macro economico la Reserve Bank della Nuova Zelanda ha mantenuto invariata la politica monetaria (non si prevede alcuna variazione dall’1,00%), ma ha anche rimosso le prospettive di un allentamento poiché si prevede solo un impatto a breve termine del Coronavirus e una netta ripresa della crescita nella seconda metà dell’anno.

In questo contesto i rendimenti obbligazionari continuano ad aumentare. Il decennale USA ha guadagnato altri 2 pb questa mattina, mentre l’oro e lo yen stanno continuando a indebolirsi. Per quanto riguarda la propensione al rischio, segnaliamo una costante ripresa dello yuan cinese, ma anche di valute come l’Australiano e di materie prime come il petrolio. Sul fronte azionario, visto il livello raggiunto, il movimento fa un po’ più fatica ma siamo pur sempre sui massimi assoluti.

Oggi è una giornata tranquilla per il calendario economico. L’unico dato reale della mattinata europea era la produzione industriale dell’Eurozona, che è crollata sulla proiezione annuale e ha perso più del previsto anche nel mese di dicembre. Nel pomeriggio da segnalare le scorte di petrolio (ore 16:30) per le quali si prevede un aumento di 2,9 milioni di barili (+ 3,3 milioni di barili la scorsa settimana).

Infine è il secondo giorno di testimonianza del Presidente Powell, questa volta al comitato bancario del Senato. Il documento scritto è lo stesso di ieri, ma le domande che verranno poste saranno chiaramente diverse e potrebbero riservare delle sorprese.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA
TRANSLATE

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: