fbpx


ride sharing

Molti paesi stanno ancora sperimentando la seconda e la terza ondata della pandemia e quindi la ripresa potrebbe essere ancora di breve durata

di AL.An.

default onloading pic

Molti paesi stanno ancora sperimentando la seconda e la terza ondata della pandemia e quindi la ripresa potrebbe essere ancora di breve durata

3′ di lettura

Il Covid-19 ha travolto molte industrie fiorenti prima dei difficili giorni del 2020. Uno dei grandi marchi globali che è stato colpito più duramente dalla pandemia è stato il servizio di ride-sharing Uber. Secondo i dati presentati da Stock Apps, le entrate nette trimestrali dell’app sono diminuite di quasi il 50% nel secondo trimestre del 2020. Uber aveva sempre mostrato una certa difficoltà a riportare i bilanci in nero sin dal suo inizio nel 2009, ma prima che il virus si diffondesse era comunque arrivata al traguardo di una quotazione record in a Wall Street, la più importante dai tempi dello sbarco di Facebook sul listino. Era il 10 maggio 2019 e alla fine della prima giornata di scambi Uber era stata valutata dal mercato 75 miliardi, una bella cifra, ma molto meno dei 120 attesi quando era stata progettata l’Ipo. Il bilancio del primo anno e mezzo di quotazione comunque è positivo, con il titolo salito dagli iniziali 41,57 dollari agli attuali 51 (+22,7%), grazie al rally di fine 2020.

Da un punto di vista operativo la società di San Francisco si è estesa oltre le coste degli Stati Uniti, con operazioni in 63 paesi e 700 città, oltre 90 milioni di utenti e quasi 4 milioni di autisti. Tuttavia, poiché i blocchi hanno limitato i movimenti in tutto il mondo nel tentativo di ripararsi dagli effetti della pandemia, l’app di condivisione delle corse ha inevitabilmente subito un colpo molto forte. Nel secondo trimestre del 2020 i ricavi netti di Uber sono diminuiti da 3,3 miliardi di dollari nel primo trimestre a 1,9 miliardi nel secondo trimestre, con una diminuzione del 40%. Il numero del secondo trimestre è inferiore quasi del 50% al massimo di 3,7 miliardi del quarto trimestre del 2019.

Loading…

Il calo delle corse, degli utenti attivi mensili e delle prenotazioni

Sebbene Uber comprenda altri servizi come Uber Eats, era ed è ancora principalmente nota come app per la condivisione di corse. La pandemia rende il futuro del settore molto incerto. Non appena la pandemia ha preso piede in tutto il mondo intorno a marzo del 2020, diversi parametri chiave per Uber hanno iniziato a diminuire, contribuendo alla significativa diminuzione delle entrate nette. Le prenotazioni lorde globali di Uber hanno raggiunto un massimo di poco più di 18 miliardi di dollari nel quarto trimestre del 2019, ma sono diminuite del 43,6% nel secondo trimestre del 2020 a poco più di 10 miliardi.

Fornire mobilità è la spina dorsale dell’attività dell’azienda guidata dal ceo
Dara Khosrowshahi e quando i blocchi in tutto il mondo hanno limitato i movimenti, il servizio di ride-sharing non è stato più una necessità per la maggior parte delle persone. Nel quarto trimestre del 2019 Uber ha fornito quasi 2 miliardi di corse in tutto il mondo, che sono diminuite di oltre il 61% a soli 737 milioni di corse nel secondo trimestre del 2020. Anche gli utenti attivi mensili di Uber sono diminuiti di oltre il 50% nello stesso periodo di tempo in cui la maggior parte delle persone era costretta a lavorare da casa e non aveva bisogno dell’app.

Leggera ripresa nel terzo trimestre ma lontana dai numeri del 2019

Nel terzo trimestre 2020 si è registrato un recupero, ma i numeri non sono ancora paragonabili ai livelli raggiunti nel 2019, un chiaro effetto della pandemia. I ricavi netti del terzo trimestre del 2020 pari a 2,8 miliardi sono ancora inferiori di oltre il 20% rispetto allo stesso periodo del 2019. Molti paesi stanno ancora sperimentando la seconda e la terza ondata della pandemia e quindi la ripresa potrebbe essere ancora di breve durata. Con situazioni indecifrabili in tutto il mondo, specialmente nelle aree metropolitane chiave in cui opera Uber, il futuro immediato è ancora pieno di incertezze.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: