fbpx


Nel settore FinTech esistono ottime realtà. Oggi ci occupiamo di un titolo azionario che sta chiudendo l’anno con guadagni del 44%.

I pagamenti con carta di credito sono diventati sempre più di uso comune. Anzi, a giudicare  dalle tendenze, sembrerebbe che in alcuni paesi il contante sia destinato ad avere sempre meno rilievo. Chi ne ha giovato in tal senso sono state le compagnie creditizie e gli istituti bancari che forniscono credit card e debit card.  Altro fattore che ha contribuito alla crescita di queste realtà è stato il commercio elettronico, che forte della una tendenza ormai radicata dello shopping online, non ha potuto che alimentare i profitti degli istituti finanziari.

I due giganti conclamati del settore

Le due aziende che si sono sempre distinte da questo punto di vista e che hanno di fatto quasi avuto un monopolio sono Mastercard (NYSE:MA) e Visa (NYSE:V). Della prima abbiamo approfondito alcuni aspetti sulle potenzialità in un precendente articolo. Su Visa invece vale la pena soffermarsi ora e capire quali possono essere gli sviluppi per il titolo azionario nel 2020.

Fu creata da Bank of America (NYSE:BAC) nel 1958 con il nome di BankAmericard, poi trasformato. È attualmente il circuito detentore del 50% delle transazioni mondiali con carta, avanti alla sua competitor che detiene il 33,5%. Appartengono al circuito circa 21.000 istituzioni finanziarie e in Italia è gestita da Nexi (MIL:NEXI).

Visa è un titolo azionario con guadagni del 44% nel 2019 ed ottime prospettive

La compagnia ha una capitalizzazione di mercato di circa 411 miliardi di dollari, un P/E ratio a 34.8 e un EPS attuale di 5.32$.

Prospetto report trimestrali per il titolo azionario Visa

Dal punto di vista dei dividendi ha davvero una caratteristica davvero interessante: il suo dividend yield è aumentato negli ultimi dieci anni di circa il 26%. E anche se la percentuale delle cedole su base trimestrale non è elevata (si parla mediamente dello 0,65%), i dati di crescita sono a favore della sua appetibilità.

Passiamo all’andamento del titolo Visa

Il trend da inizio anno è visibilmente positivo. Ha iniziato il 2019 con un prezzo intorno ai 121$ per arrivare al suo massimo annuale di 186$ e chiudere la giornata di venerdi 13 dicembre a quota 185.14 dollari.

Frafico del titolo azionario Visa

Stando ad una serie di fattori che comprendono la solidità, le potenzialità per il ruolo che ricopre nel settore e anche ad alcuni segnali forniti dagli indicatori, l’outlook è decisamente positivo per il 2020.



Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: