fbpx


C’è un titolo azionario sul Ftse Mib che negli anni scorsi ha sempre regalato ottime performance  ai suoi azionisti. Stiamo parlando di Amplifon che negli ultimi cinque anni ha avuto un rendimento medio annuo di circa il 50%; negli ultimi tre anni il rendimento medio annuo è stato del 65% circa; nell’ultimo anno c’è stato un ulteriore incremento con un rendimento del 94%. Se continua questo trend di miglioramento, possiamo senza dubbio affermare che  questo  sarà il titolo azionario ideale per affrontare con serenità il prossimo anno borsistico e con ottime prospettive per guadagnare soldi.

Un’ulteriore spinta al titolo  potrebbe venire da una notizia di cui abbiamo riportato in un precedente articolo (I PIR faranno volare Interpump nel 2020? I livelli di trading da monitorare). Come mostrato nella figura seguente, Amplifon presente tutte le caratteristiche di eccellenza che fanno di una società un ottimo candidato per crescere sull’onda dei PIR. Nella classifica elaborata dal Corriere della Sera è al primo posto come titolo azionario che maggiormente potrebbe beneficiare dei PIR.

Volendo cercare un difetto sul titolo azionario Amplifon questo va ricercato nel debito della società che è molto elevato. Al momento, infatti, il rapporto tra indebitamento finanziario e patrimonio netto  è pari al 153,6% ed è salito negli ultimi cinque anni dal 109% al valore attuale.

Per leggere gli articoli precedenti sul titolo Amplifon clicca qui.

Amplifon Settore riferimento Mercato Italiano
7 Giorni 0.5% 0.5% 0.8%
30 Giorni 3.4% 4.2% 2.3%
90 Giorni 14.7% 14.8% 8.0%
1 Anno 94.0%92.5% 84.2%82.8% 29.5%23.9%
3 Anno 194.2%188.4% -9.3%-12.8% 27.2%8.1%
5 Anno 443.5%426.9% 37.3%28.7% 32.8%-13.9%

La valutazione di Amplifon

La valutazione di Amplifon dipende molto dall’approccio che si utilizza. Secondo gli analisti, la raccomandazione media è outperform con una sopravvalutazione media del 15%.

Lo scenario cambia completamente se si considera il fair value calcolato con il metodo del discounted cash flow. In questo caso, infatti, il titolo azionario risulta essere sottovalutato del 22,4%.

La sopravvalutazione torna a farla da padrona, invece, se si considera la valutazione basata sui multipli di mercato.

Analisi grafica e previsionale

Amplifon  (MIL:AMP) ha chiuso la seduta del 23 dicembre a quota 25,84€ in rialzo dello 0,08% rispetto alla seduta precedente.

Se nel breve periodio è atteso un ritracciamento sul titolo (Il settore sanitario festeggia a Piazza Affari. Dove può arrivare Amplifon?), nel medio/lungo periodo la tendenza è ancora saldamente al rialzo.

Come si vede dal grafico seguente, la tendenza in corso sul time frame settimanale è al rialzo e le quotazioni puntano al I° obiettivo di prezzo in area 31,177€. C’è solo un ultimo ostacolo da superare in area 27€. C’è, quindi, un potenziale apprezzamento del 20% dai livelli attuali al I° obiettivo di prezzo. La rottura di questo livello, poi, aprirebbe a un ulteriore rialzo con potenziale di apprezzamento del 60% dai livelli attuali. Qualora, poi, si dovesse raggiungere la massima estensione del rialzo in corso il potenziale rialzista diventa del 100% circa.

I ribassisti si rafforzerebbero con chiusure giornaliere inferiori a 24,381€.

amplifon

Amplifon: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione



Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: