fbpx


È emersa una rivelazione scioccante per chi ama cozze, capesante e ostriche. A lanciare il campanello d’allarme un gruppo di ricercatori della University of York. Ecco di cosa si tratta.

Il triste primato dei tre frutti di mare fra i più amati

Cozze, capesante e ostriche hanno un triste primato. Sono i frutti di mare con la più elevata concentrazione di microplastiche. Lo svela una ricerca condotta dagli scienziati della Hull York Medical School e della University of Hull.

Lo studio, pubblicato a dicembre su Environmental Health Perspectives, si è concentrato su dati raccolti fra il 2014 e il 2020. Gli esperti hanno preso in esame svariate specie di pesci e molluschi. Il risultato è una rivelazione scioccante per chi ama cozze, capesante e ostriche. Questi frutti di mare sono, infatti, i più contaminati dalle microplastiche.

Le concentrazioni sono comprese fra 0 e 10.5 microplastiche per grammo.

Queste sostanze sono, però, molto diffuse in tutto l’ambiente marino. Secondi in classifica i crostacei, con 0.1-8.6 microplastiche per grammo. Infine i pesci, con 0-2.9 microplastiche per grammo. A doversi preoccupare sono soprattutto gli abitanti di Cina, Australia, Canada, Giappone e USA. Questi Paesi sono, infatti, fra i maggiori consumatori di molluschi. A seguire l’Europa. Presentano le concentrazioni più elevate i molluschi delle coste dell’Asia.

Cosa sono le microplastiche e quali sono i rischi per la salute

Della presunta pericolosità delle microplastiche si sente ormai parlare da anni. Ma di cosa si tratta esattamente? Queste sostanze non sono che particelle piccolissime di materiale plastico.

Derivano dai tessuti sintetici coi quali si producono i vestiti. Oppure dalla lenta degradazione di oggetti più grandi, come le bottiglie di plastica. Quando finiscono negli oceani, le microplastiche vengono ingerite dai pesci.

Si ritrovano così anche nei nostri piatti. E sono, purtroppo, sempre più numerose. Secondo uno degli autori dello studio, Evangelos Danopoulos, nessuno è ancora in grado di predire quale sia l’impatto delle microplastiche sul corpo umano. Ma, secondo precedenti ricerche, hanno effetti negativi.

Approfondimento 

Attenzione alle microplastiche in questi alimenti che mangiamo tutti i giorni



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: