fbpx



ROMA – Lieve crescita delle immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa con l’Italia, uno dei maggiori mercati del vecchio continente che spicca per il forte balzo in avanti (+11,7%).

I dati provvisori dell’associazione dei costruttori europei (Acea) mostrano che in Europa (Ue più paesi Efta più Gran Bretagna) le immatricolazioni di veicoli commerciali nuovi sono ammontate a 207.118 il mese scorso con un incremento dello 0,7% rispetto allo stesso mese del 2019.

Dall’inizio dell’anno si registra tuttavia un -20,8%. Più lento il ritmo nella Ue a novembre con un modesto incremento dello 0,1% (167.315 immatricolazioni). Tra i principali mercati spiccano i numeri dell’Italia: 20.663 veicoli commerciali immatricolati a novembre con un balzo dell’11,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Non riesce a seguire il ritmo dell’Italia la Germania che con 36.570 immatricolazioni registra un +4,3 per cento. Flette il mercato francese (-3,1% con 40.842 veicoli) e quello spagnolo (18.320; -7%). Nonostante il balzo di novembre, emerge dalle tabelle Acea, il dato italiano degli undici mesi è ancora negativo: 163.245 veicoli commerciali immatricolati con un calo del 15,6% rispetto allo stesso arco temporale del 2019. Una flessione tuttavia più contenuta rispetto al dato complessivo Ue nello stesso periodo (-20,3%).



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: