fbpx


Piazza Affari in affanno oggi, così come i Btp. L’indice Ftse Mib segna in chiusura un calo dello 0,86% a quota 19.758 punti. I mercati si sono mossi con cautela oggi in attesa dell’esito stasera della riunione Fed.

Sull’obbligazionario passo falso dei Btp con tassi in risalita all’1,55% e spread in allargamento a 188 pb. Oggi l’Ocse ha presentato il suo outlook sull’economia globale, prevedendo, nel caso specifico dell’Italia, una contrazione del Pil dell’11,3% nel 2020, nel primo caso, e un tonfo fino a -14%, nel caso in cui si ripresentasse l’emergenza.

Domani attesa una maxi-asta Btp per massimi 9,5 mld di euro.

A Piazza Affari sotto pressione oggi Bper, maglia nera del comparto bancario con oltre -5% a 2,491 euro. Sulle quotazioni della banca emiliana pesano le indiscrezioni sul dossier Intesa Sanpaolo-Ubi Banca. L’Antitrust non ha dato ancora, infatti, il suo benestare, nonostante il via libera all’Ops della Bce e di Bankitalia. Per ottenere il via libera all’OPS la banca guidata da Carlo Messina potrebbe essere costretta a sacrificare un numero maggiore di sportelli e quindi l’accordo con Bper potrebbe essere rivisto. Secondo indiscrezioni stampa si tratterebbe di un centinaio di sportelli di UBI in più rispetto a quanto preventivato, in aggiunta ai 400-500 già concordati.

Male anche Unicredit con -3,3% a 8,63 euro.

Dopo una prima parte di giornata positiva, hanno ceduto alle vendite anche i titoli della galassia Agnelli, con in affanno FCA a -2,7%. Già ieri il titolo del Lingotto era stato sotto il fuoco delle vendite sulla possibilità che l’antitrust UE

Peggio ha fatto CNH arrivata a oltre -6% per poi chiudere a -5,27%. A deprimere le quotazioni ha contribuito nel pomeriggio lo sgonfiarsi dell’euforia si Nikola Corporation, la startup dei camion ibridi partecipata al 7,11% da CNH. Su Nikola pesa la contromossa di Tesla che vuole accelerare sul lancio del suo camion elettrico. Stando a quanto risulta all’agenzia Reuters, Elon Musk ha detto al suo staff che è arrivato il momento di avviare la produzione in serie del camion commerciale Tesla Semi.

Bene oggi Telecom Italia (+0,81%) e Nexi (+2,33%). Quest’ultima è tra i potenziali beneficiari del piano Colao che prevede l’emersione e regolarizzazione del contante (Voluntary Disclosure) e supporto a pagamenti digitali. 





Source link

REGISTRATI ORA

Submit Your Information & Learn More

%d bloggers like this: